Cammarelle sale sul ring dello Stadera

Un’altra vittoria. Dopo la medaglia d’oro nei supermassimi guadagnata sul ring sabato ad Assago, il campione del mondo Roberto Cammarelle centra un altro risultato. Con il collega-pugile Giacobbe Fragomeni e i fondi del Comune, aprirà una palestra per i giovani che vivono situazioni di disagio allo Stadera. Il progetto era nell’aria da qualche mese, ma ieri il sindaco Letizia Moratti che a inizio 2010 si passa dalle idee ai fatti, perchè «lo sport può essere un mezzo per trovare motivazioni, impegnarsi, rafforzare la propria personalità, socializzare, imparare a vincere e a perdere. Abbiamo grandi campioni che hanno questa visione e collaboreremo con loro».
La scelta del quartiere non è a caso. Fragomeni allo Stadera ci è nato, ed è diventato un esempio per i giovani del quartiere. Grazie alla boxe è uscito dal tunnel della droga, e ora vuole offrire un appiglio ai tanti ragazzi che vivono situazioni a rischio di emarginazione. Nel sindaco e in Cammarelle ha trovato due alleati forti nella battaglia per aiutare i giovani a non perdersi. «Stiamo verificando le sedi comunali che abbiamo a disposizione in quella zona - spiega l’assessore allo Sport Alan Rizzi -, realizzeremo in tempi brevi la palestra». Si potrà fare qualche tiro di boxe - qualche volta, pure con i campioni - ma il Comune garantisce che ci saranno tipi di sport per tutti.