Cultura e Spettacoli

La carica degli horror al Festival di Venezia: il Lido si bagna di succo di pomodoro

La mostra del cinema più antica del mondo
dal primo al 12 settembre apre le porte ai film
di genere per gli amanti delle emozioni forti. In
cartellone anche le opere dei vecchi «maestri»
dello splatter, Joe Dante e George Romero

Il Lido si di Venezia si bagna di sangue. O, più precisamente, di succo di pomodoro. Festival del cinema a tutto horror, con tre dei più attesi film di genere che viaggiano a vele spiegate verso la Laguna: secondo rumors sempre più insistenti, infatti, nel cartellone della Mostra in programma dal primo al 12 settembre, tra i tanti soliti filmoni drammatici e pellicole d'essai ci saranno anche dei veri e propri titoli splatter: «The Hole» di Joe Dante, «Rec 2» di Jaume Balaguerò e Paco Plaza e «Zombieland» del maestro americano George Romero. Tutti, molto probabilmente, fuori concorso. Ma tutti destinati a far saltare sulle poltrone delle sale del Lido i tanti amanti del genere horror.
Alla soglia dei 70 anni (li compirà a febbraio 2010) George Romero porterà a Venezia «Zombieland» con il quale torna a cimentarsi in uno «zombie movie», genere di cui è considerato capostipite. Il nuovo film costituisce il quarto capitolo in trent'anni della sue serie sugli zombi, dopo la trilogia costituita dalla fortunata accoppiata «La notte dei morti viventi» del '68 e «Zombi» dieci anni dopo, seguita dal meno fortunato «Il giorno degli zombi» dell'85. «Zombieland», o «La terra dei morti viventi» come probabilmente si chiamerà in Italia (per richiamare il titolo del vecchio successo) è una produzione da ben 16 milioni di dollari (il più alto della sua carriera), girato a Toronto. Protagonista l'ex Larry Flint Woody Harrelson.
Joe Dante, indimenticato regista dei «Gremlins» ma non molto fortunato nelle sue successive prove cinematografiche, torna con «The Hole», horror-soprannaturale: il film racconta di due fratelli che scoprono un misterioso buco nel seminterrato della casa dove si sono da poco trasferiti con la madre. Presto capiranno che l'interminabile galleria è popolata da paure e incubi inconfessabili. Nel cast Teri Polo nei panni della madre ma anche un cameo di Dick Miller, presente in Gremlins e grande caratterista del cinema americano. Quanto a «Rec 2» si tratta del sequel di «Rec» il mockumentary (prodotto di fiction girato però con camera a spalla e inquadrature tipiche del documentario, sul modello di «The Blair Witch Project») horror di produzione spagnola, presentato proprio a Venezia nel 2007 e divenuto un cult in tutto il mondo.

Commenti