Caserta beffa Milano in casa e va sul 2-1 Domani gara-4

Milano Milano formichina si ribalta nella volata costruita sulla stanchezza mentale di Caserta (66-67 il finale). Jones, il fantasma nell’opera segna da 3 a 8 secondi dalla fine e porta in vantaggio 2-1 Caserta nella serie che ha come fine ultimo l’inferno di Siena già finalista per il quarto anno consecutivo.
Nelle atmosfere calde, in una notte da 9mila spettatori e oltre 70mila euro d’incasso, i giocatori finti o tremebondi li vedi subito: Milano non trova l’interruttore della luce con Finley o Bulleri o Becirovic, Caserta non sa come interpretare Jones che davvero assomiglia a McAdoo come il mango ad una pera.
Armani subito sotto e costretta ad inseguire fino al meno 6 nel primo quarto che Maciulis, con 9 punti, rende meno doloroso per menti deboli (13-17) come quelle del suo compagno Hall, energico ma impreciso (0 su 4). Caserta ha pazienza fino a quando Bowers infila il primo tiro da 3 contro la zona: parziale Pepsi di 7-0 per il più 10 a 5’33” dalla fine del secondo quarto. Bucchi si riaffida ai nuovi soldati di ventura Arnold e, soprattutto, Monroe, uno vero: controparziale di 7-0 per Milano in poco più di 1 minuto, ma proprio il salvatore Chris commette il suo 3° fallo in 7’ giocati. Caserta anche con il solito Doornenkamp senza talento e il Koszarek che ha meno senso del gioco del Di Bella in asfissia, tiene l’Armani da 3 su 14 nel tiro da 3 a 5 punti dopo 20 minuti: 31-36.
Maciulis è il maciste per sostenere i tuffi di Rocca, Mordente dà il primo vantaggio, ma due triple di Bowers e del quasi asfissiato Di Bella riaprono la ferita Armani: ci pensano Finley e Monroe a cucire per il pareggio dopo 30’: 52-52.
Quando Bulleri, come una razza elettrica reagisce a quelle che per lui sono «sventure», tipo certi fischi arbitrali, allora Milano ritrova anche Hall per un tentativo di fuga a 5 minuti dalla fine: 59-55. Bowers non sente il piumino di Becirovic e l’artiglio di Mordente e a 1’49” dal gong, riporta avanti Caserta che s’incanta sull’arpione di Rocca: 63-62 con 1’19” da vivere per non morire. Michelori segna i liberi che sbaglia Rocca, ma poi si fa rubare il rimbalzo da Maciulis che colpisce con il 16° punto. Sbaglia Ere, fallo di Michelori su Mordente (1 su 2 ai liberi) e a 20” il 66-64 è sale sulla carne viva di due squadre che non hanno equilibrio. A 8” dalla fine il Jones da 0 su 5 da 3 infila il più uno per Caserta, sudario spinoso per Milano che perde il servizio, la partita (66-67) e, forse, la serie anche se domani qui al Forum potrebbe portare Caserta alla bella di giovedì prossimo a Caserta.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti