Cassa Fossano Ghisolfi a Profumo: «Banche piccole più apprezzate»

PIAZZETTA CUCCIA La squadra d’Oltralpe non pare così compatta, in gioco c’è l’egemonia

Il mondo delle Casse di risparmio ribatte alla stoccata inferta da Alessandro Profumo alle banche del territorio per aver fatto dei distinguo sul tema della «reputazione», uno dei nervi scoperti del sistema dopo il crac Lehman. «Sulla reputazione va segnalato che l’indice di gradimento delle banche territoriali è molto elevato», ha sottolineato il presidente della Cassa di risparmio di Fossano, Giuseppe Ghisolfi, che siede nell’esecutivo Abi. Pronta la risposta anche sulla governance di Palazzo Altieri: «Per quanto riguarda la rappresentatività in Abi il sistema elettorale garantisce una rappresentanza adeguata a tutte le banche».
La posizione di Ghisolfi appare diffusa tra le banche del territorio, le stesse che insieme alle “casse” dovrebbero risultare determinanti nella sfida in corso tra Corrado Faissola e Giuseppe Mussari per la presidenza dell’Abi. Nel 2009 la Cassa di Fossano ha aumentato raccolta e impieghi del 15%, mantenendo le sofferenze sotto controllo. E lo stesso Ghisolfi è impegnato in un progetto di educazione finanziaria nelle scuole elementari.