Cinema

"Non è invecchiata mai". Il mondo dello spettacolo piange la "Lollo"

Da Sophia Loren a Pippo Baudo, il mondo dello spettacolo oggi si stringe nel ricordo di Gina Lollobrigida, la "Bersagliera" del cinema italiano

"Non è invecchiata mai". Il mondo dello spettacolo piange la "Lollo"

Gina Lollobrigida si è spenta a 95 anni. Se n'è andata una delle ultime dive del cinema italiano, che ha animato le cronache mondane del Secondo dopoguerra italiano con i suoi amori, le passioni e la perenne rivalità con Sophia Loren. Ha trascorso gli ultimi mesi in una clinica romana, dopo che gli ultimi anni sono stati segnati principalmente dalle polemiche relative al suo patrimonio. Oggi sono tanti gli esponenti del mondo dello spettacolo che le hanno voluto tributare un ultimo saluto, che hanno reso omaggio alla "Bersagliera", che attraverso le sue interpretazioni ha raccontato l'Italia nel suo periodo d'oro.

"Sono profondamente scossa e addolorata", ha commentato Sophia Loren ai microfoni dell'Adnkronos. Tra le due c'è sempre stata un'amicizia che era un po' anche una sana. Per decenni sono state il simbolo dell'Italia del mondo. Alla stessa agenzia di stampa ha lasciato il suo ricordo Ornella Muti: "Con la scomparsa di Gina Lollobrigida se ne va un'altra grande stella del cinema italiano. Vedere che stanno morendo tutte la grandi star del cinema italiano mi fa un certo effetto. Ho iniziato la mia carriera a soli 15 anni ed è molto doloroso vedere scomparire un intero mondo di artisti con cui ho collaborato".

E poi, ancora, è arrivato il ricordo di Pippo Baudo, il decano della televisione italiana: "La cosa che mi porterò dentro di Gina Lollobrigida è il suo ottimismo, grazie al quale non è invecchiata mai. Era una donna molto poliforme, una grande pittrice e scultrice, casa sua era piena di statue, di quadri bellissimi realizzati da lei. Era una donna molto poliedrica". Pippo Baudo, quindi, ha spiegato che dal suo punto di vista a rendere unica Gina Lollobrigida era "la grande positività di carattere e la sua poliedricità di attrice, in grado di fare ruoli comici e drammatici. Ma anche la sua grande poliedricità di artista, perché faceva davvero delle cose molto belle".

La tempra di Gina Lollobrigida, d'altronde, è stata da sempre una delle peculiarità della sua carriera, fin da quando era giovanissima. "Era di Subiaco e aveva questo carattere provinciale molto bello. Le cause che ha affrontato l'hanno fatta soffrire, ma lei le ha superate molto bene, perché era fondamentalmente un'ottimista", ha concluso il conduttore. Dai social, Barbara d'Urso ha commentato: "Icona, diva, straordinaria attrice... Donna libera e indipendente fino all'ultimo. Ci siamo conosciute bene, ho sempre ammirato la tua straordinaria tempra. Matcherai, tanto".

Commenti