Il cinico ha sempre la battuta pronta Anzi, ne ha un dizionario intero

Pubblichiamo una serie di aforismi tratti dal Dizionario del perfetto cinico (Excelsior 1881, pagg. 172, euro 12,5) in uscita in questi giorni: una collezione di battute fulminanti selezionate da Roland Jaccard da imparare a memoria per far finta, in società, di essere uomini dalla scorza dura e di consumata esperienza
ABORTO
Io sono contro. Uccidere un essere umano prima che nasca è inammissibile. È una dimostrazione di impazienza (Roland Topor)

AMORE
Vitalità dell’amore: non è possibile, senza commettere un’ingiustizia, parlare male di un sentimento che è sopravvissuto al romanticismo e al bidet (Cioran)

AMOR PROPRIO
Il mio amor proprio è defunto nel naufragio dell’interesse che nutrivo per gli uomini (Chamfort)

ASTRATTO
Quanta gente è astratta solo per apparire profonda! (Joseph Joubert)

BELLEZZA
Potere esecutivo (Georges Henein)

CENSURA
La censura è la tassa che lo scrittore paga al pubblico per diventare famoso (Jonathan Swift)

CONTRADDIRE
Sono rari coloro che meritano di essere contraddetti (Ernst Jünger)

CONTRONATURA
Si dice che è contronatura ciò che va contro la consuetudine (Montaigne)

DELUSIONE
Da ogni essere umano, me compreso, mi aspetto il peggio, e raramente sono stato deluso (Johann Nestroy)

DEMOCRAZIA
Democrazia significa semplicemente far bastonare il popolo dal popolo in nome del popolo (Oscar Wilde)

DIO
Se Dio esistesse, lo si saprebbe (Michel Contat)

ESISTENZA
Si passa la giovinezza a far credere di essere uomini. L’età adulta a far credere di essere felici quando invece non lo si è. La vecchiaia a far credere di non essere rimbambiti quando invece lo si è (Henry de Montherlant)

FELICITÀ
La felicità non esiste. Di conseguenza non ci resta che essere felici senza (Jerry Lewis)

ILLUSIONI
Ostentare di averne molte; lamentarsi di ciò che ce le ha fatte perdere (Gustave Flaubert)

INTELLIGENZA
L’intelligenza è la facoltà grazie alla quale capiamo finalmente che tutto è incomprensibile (Maurice Maeterlink)

IO
L’«io» è odioso, ma stiamo parlando di quello degli altri (Pascal)

LAVORO
Bisogna lavorare, se non per piacere, almeno per disperazione visto che, dopo tutto, lavorare è meno noioso che divertirsi (Charles Baudelaire)

MISANTROPIA
È l’uomo che sono che mi rende misantropo (Jules Renard)

SENSO DI COLPA
Nel senso di colpa alberga una presunzione smisurata (Jacques Rigaud)

UMILTÀ
L’umiltà è l’arroganza del povero (Jules Renard)

VIRTÙ
L’utilità della virtù è talmente palese che le persone malvagie la praticano per interesse (Vauvenargues)
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.