Comune In 12 sempre presenti Musso l’assenteista «assolto»

Dodici consiglieri comunali su cinquantaquattro con il cento per cento delle preferenze, 425 le in5terrogazioni urgenti discusse su migliaia presentate, 109 le delibere votate. Il consiglio comunale di Genova dà i numeri del 2009 dai quali spicca l’alta percentuale dei presenti compresa quella del sindaco che ha risposto «presente» all’84 per cento delle sedute. Tra l’appello e la partecipazione a tutte le sedute ce ne passa, sono solo due, invece, i consiglieri presenti a tutte le votazioni sono stati solo il presidente Giorgio Guerello e il consigliere Pd Salvatore Lecce. «C’è la presenza e c’è l’impegno quotidiano dei consiglieri comunali che, per il gettone che prendono, non possono essere definiti i beneficiati della politica - commenta Guerello -. La nostra azione è quella di volontari con la passione per la politica». Sulla stessa linea anche il vicepresidente Alberto Gagliardi che prende le difese del consigliere comunale che risulta più assente: il collega di partito Enrico Musso. «C’è chi si può impegnare per la città anche da Roma con la sua attività di parlamentare - spiega - . La presenza non sempre è sinonimo di attivismo».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti