Comune e Trenitalia: è guerra sul rumore

Braccio di ferro tra il Comune e Trenitalia. Al centro, il rumore prodotto dal passaggio dei treni allo scalo Naviglio Martesana. La direzione del settore Attuazione politiche ambientali di Palazzo Marino ha ordinato alla società ferroviaria di presentare un piano di bonifica acustica per la zona, ma la società ferroviaria lo scorso 23 febbraio ha fatto ricorso per chiedere la sospensione del provvedimento. Un procedimento di inquinamento acustico avviato dal Comune qualche mese prima da Palazzo Marino dopo le segnalazioni di alcuni residenti che abitano proprio accanto allo scalo. Le misurazioni fonometriche effettuate dai palazzi di via Finzi 38 e via Rucellai 49 (da dove partono le proteste) hanno convinto il Comune a prendere provvedimenti: ha ordinato a Trenitalia di evitare ogni ulteriore disturbo alla quiete e alla salute delle persone causato da un livello del rumore oltre i limiti e trasmettere un piano di bonifica acustica. La società contesta e si appella al Tar ma ieri il Comune ha deciso di resistere. E la giunta ha votato la costituzione davanti al tribunale amministrativo e negli eventuali successivi gradi di giudizio. La guerra dei decibel è aperta.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti