Il Comune rifà il campo nomadi grazie alla Gronda

Il Comune rifà il campo nomadi grazie alla Gronda

(...) mese, il Comune sta ragionando per una ristrutturazione o uno spostamento temporaneo: «Stiamo cercando di comprendere se in quella zona sarà possibile ricollocare il campo anche dopo i lavori o se dobbiamo pensare a soluzioni momentanee che saranno comunque intorno all’area di Bolzaneto - precisa l’assessore ai Servizi sociali Roberta Papi -. A spostamenti strutturali non abbiamo mai pensato perché i nomadi si sono inseriti in questo tessuto sociale».
Quello che però da palazzo Tursi stanno cercando di evitare è che si possa dare una interpretazione soggettiva alla legge e che il contributo finisca direttamente nelle tasche delle famiglie sinti che da oltre vent’anni, pur essendo nomadi, vivono nell’area senza corrispondere alcun compenso né per la fruizione dei servizi, né per la spesa di gestione del campo. Tutto, ad oggi, è a spese del Comune di Genova in base a quanto dispone il regolamento sul quale l’amministrazione vorrebbe intervenire: «Un nuovo regolamento l’ho già scritto - precisa Papi - e parte dal presupposto che d’ora in poi chi rompe paga». L’obiettivo di palazzo Tursi adesso è quello poter gestire i fondi per la risistemazione del campo: l’attuale struttura è fuori da ogni norma. Un intervento di risistemazione era già stato previsto, a carico dello Stato, per una cifra compresa tra i 700mila e 1,5 milioni: «Investimento che faremo risparmiare alla Prefettura che si era impegnata in tal senso» conferma l’assessore ai servizi sociali. C’è un’altra parte delle famiglie sinti che, invece, ha chiesto di essere trasferita in alloggi comunali ed è già stata inserita nella graduatoria per le case popolari.
Sulla situazione dei rom in città interviene anche il consigliere comunale Lilli Lauro (Pdl) che ha presentato una interpellanza in sala rossa chiedendo merito al sindaco su una serie di progetti finanziati nei precedenti cicli amministrativi rispetto all’attività sportiva, musicale, espressiva e ricreativa dei minori nomadi: «Vorrei sapere se il sindaco ritiene sia ancora necessario spendere cifre così consistenti per progetti che continuano a non portare risultati».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti