Cosa fare se il cucciolo sporca

Scientificamente si chiama «perdita della pulizia» che, con parole molto più semplici, vuol dire che il gatto o il cane fanno la pipì (e talvolta il resto) dove non dovrebbero farla. Naturalmente non ci si può aspettare da un cucciolo di poche settimane che deponga i suoi rifiuti organici nella cassetta o abbia già imparato a farli fuori di casa, semplicemente perché non «manovra» ancora gli sfinteri, esattamente come un neonato umano.

Dopo due o tre mesi però e, con un minimo di addestramento, il cane deve imparare che il luogo idoneo non è il salotto, ma il giardino ed è profondamente sbagliato sgridarlo quando si rientra e si trova il «regalino» sul tappeto. Ormai è fatta e il cane magari sta giocando beatamente, quando si sente sgridare. A quel punto la confusione è totale perché assocerà al gioco (e non alla pipì fatta in casa) qualcosa di sbagliato, qualcosa che non va fatto, tanto da prendersi una sonora reprimenda. Bisogna avere un po' di pazienza e cogliere il cagnolino mentre la fa in casa. A quel punto sollevarlo gentilmente, portarlo fuori e lasciare che compia i suoi bisogni nel posto acconcio, non dimenticandosi di dargli qualcosa in premio a missione terminata. Fatelo due o tre volte e il cane imparerà al volo.

Molto più seria è la faccenda se la perdita di pulizia si verifica in età adulta e senza apparente motivo. È soprattutto il gatto a mostrare questo comportamento anomalo e il più delle volte è la pipì che si trova fuori dalla cassetta, più difficilmente le feci. La prima cosa da fare è eliminare eventuali cause organiche. Una cistite o una calcolosi urinaria potrebbero costringere il gatto a non raggiungere la cassetta, sotto l'impulso urgente di farla e, a questo punto, è ovvio che va rimossa la causa di base. Se il veterinario non riscontra nulla di anomalo, bisogna pensare a fattori psicologici stressanti. Potrebbe semplicemente essere il cambio della sabbietta consueta con una magari profumata. I gatti non amano i profumi e teniamo presente che il loro olfatto è delicatissimo. Potrebbero essere stati dei temporanei lavori in casa. Il gatto ama quiete e abitudine, anche per le sue funzioni organiche. Se poi i gatti diventano due è obbligo avere due cassette affinché non entrino in conflitto. Ricordate poi di posizionare le cassette lontane dalle ciotole del cibo. I gatti, animali di straordinaria pulizia, non amano mangiare vicino a dove sporcano. Se poi tutti i rimedi falliscono esistono veterinari comportamentisti specializzati da consultare per questi casi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

contravento

Dom, 15/09/2019 - 09:18

COSA FARE SE IL CANE VIENE CONDOTTO DAGLI INCOSCIENTI A SPORCARE PER LE STRADE?