Stile

Coprenti ma naturali Tutti i trucchi della pop star Rihanna

Ha realizzato una linea di 100 prodotti che porta il suo cognome «Fenty»

Lucia Serlenga

Due donne fuori dall'ordinario sono arrivate a Milano giorni fa per parlare di bellezza. La prima è Robyn Rihanna Fenty in arte Rihanna nata trent'anni fa alle Barbados, debutto negli Usa a soli diciassette, 609 milioni di album venduti. BadGalRiRi, come si chiama su Instagram (oltre 61 milioni di follower) da bambina fu folgorata dal fascino del rossetto sulla pelle nera della mamma. Da qui l'ossessione per un make up inclusivo di tutti i tipi di pelle e la nascita di una linea che porta il suo cognome: Fenty. La seconda si chiama Priscilla Ono, strabiliante make-up artist che ci illustra i segreti di questa nuova linea distribuita in esclusiva nei punti vendita Sephora.

Creata con Kendo Brands, un incubatore di marchi cosmetici del gruppo LVMH, Fenty Beauty è stata lanciata contemporaneamente in 17 paesi a settembre del 2017 ed è già un fenomeno di vendite. Grande l'eccitazione dei duecento invitati all'evento di lancio italiano per l'arrivo della pop star imprigionata in un abito bustier di Versace. E grande l'entusiasmo di Priscilla, 34 anni, bellezza morbida che adora l'Italia e che ci ha spiegato i trucchi del trucco. Nata dal desiderio di Rihanna di esprimere attraverso gli oltre cento articoli la sua esperienza di giovane donna costantemente sotto i riflettori, la linea è adatta a tutti i tipi di pelle: prodotti ultra leggeri, modulabili e coprenti al tempo stesso ma dai risultati naturali. «Mi aveva visto lavorare mentre girava un suo video e da lì è iniziata la nostra collaborazione otto anni fa, prima eravamo solo amiche» racconta la make-up artist rivelando ciò che ha imparato dalla pop star. «Intanto a essere se stessi, ad avere personalità e umiltà» ci dice sottolineando come questo sia un concetto su cui tutte le donne debbono focalizzarsi: essere fiere di se stesse e non aspirare a essere uguali agli altri. Anche il make-up può diventare un'arma per esprimere la propria unicità. Talvolta si commettono errori clamorosi.

«Coprire troppo la pelle ottenendo l'effetto cerone - spiega Priscilla - e quindi nascondere la propria bellezza e non solo i difetti, per esempio le occhiaie che rendono lo sguardo spento e stanco» sottolinea aggiungendo che al top del trucco c'è sempre il contouring, una tecnica nata per scolpire le zone del volto - Cleopatra già la utilizzava usando il fango - ma la tendenza è alleggerire mentre convivono felicemente le due operazioni di illuminare e opacizzare. «Bisogna essere strategici e puntare alla radiosità tenendo conto che di sera abbiamo bisogno di più luce e quindi di effetto shining mentre di giorno non bisogna esagerare con il mat perché il troppo non ti fa bella ma cera» svela Priscilla che sulla salute della pelle non ha dubbi: bisogna usare prodotti che contengano elementi idratanti ma prima di tutto seguire una rigorosa disciplina nello skincare. «I prodotti della nostra linea, non ostruendo i pori, aiutano la pelle a respirare» precisa la truccatrice che alle donne mature manda a dire: idratare sempre, per gli occhi di utilizzare un eyliner waterproof anche nei toni del blu, del marrone o del viola scuro perché aggiungono fascino allo sguardo e per il rossetto che si spatascia fra le piccole rughe del cosiddetto codice a barre, usare il correttore per uniformare il contorno della bocca prima di applicarlo. Insomma la Fenty Face s'annuncia come una delle straordinarie complici di bellezza.

Commenti