Coronavirus, Chiara Biasi cucina con Gilda Ambrosio. E la quarantena?

Anche se l'Italia è in quarantena per il coronavirus, Chiara Biasi pare violare le misure e sui social cucina con Gilda Ambrosio, contravvenendo tutte le indicazioni del decreto sicurezza del governo per il contenimento dell'epidemia

Dobbiamo stare a casa, ce lo dicono in tutti i modi. Se l'Italia vuole uscire quanto prima da questa situazione, tutti devono rispettare il decreto emanato dal governo. Sono migliaia le multe fatte dagli organi di polizia in questi giorni contro chi viola la quarantena e si fa trovare per la strada. Si può uscire solo per gravi e comprovati motivi di necessità, lavoro e salute. Lo sentiamo dire e ribadire continuamente in tv e alla radio. Lo dicono i volti noti, i medici e i giornalisti e sembra che quest'azione di sensibilizzazione massiva stia portando a qualche risultato. Tuttavia, se molti dei personaggi famosi di casa nostra stanno dando il buon esempio e si mostrano nelle loro case, intenti a fare le faccende domestiche, qualcuno sembra non aver ancora capito come funzionano le misure di contenimento e perché è importante rispettarle. Tra loro c'è Chiara Biasi, influencer con oltre 2 milioni di follower.

Solo pochi giorni fa, Chiara Biasi è finita nell'occhio del ciclone per una storia Instagram nella quale si lamentava che nessuna delle persone da lei odiate fosse morta per coronavirus. Una frase atroce, che le ha inevitabilmente causato attacchi feroci. Un'altra polemica che l'ha travolta riguarda lamascherina scelta per andare a fare la spesa, ovviamente griffata. Sembra che la ragazza non riesca a stare lontana dalle polemiche ma c'è chi dice sia il suo modo per attirare l'attenzione. Ovunque sia la verità, Chiara Biasi non smette di far discutere e di provocare. Ma se la frase sui morti da coronavirus e la mascherina griffata erano al più delle cadute di stile, evitabili, quello che ha fatto poche ore fa potrebbe essere inquadrato come una vera e propria violazione delle norme di sicurezza del governo.

In barba a qualunque indicazione e divieto del governo, infatti, Chiara Biasi ha registrato una diretta Instagram, trasformata poi in storie, nella quale si mostra nella cucina della sua casa di Milano. Non ci sarebbe nulla di strano o di sbagliato se fosse sola. In realtà, insieme a lei si trova Gilda Ambrosio, un'altra influencer che conta quasi 600mila seguaci. Le due cucinano come se nulla fosse, come se quella fosse una normale serata a casa tra amiche. Eppure, tutti gli italiani sono costretti a stare nelle loro case, da soli, senza poter vedere nemmeno i parenti più prossimi per evitare la diffusione del virus. Perchè Gilda Ambrosio si è potuta recare a casa di Chiara Biasi, per altro senza rispettare nemmeno la distanza di un metro tra le persone imposta dal governo? Il Paese sta attraversando un momento di enorme difficoltà, gli italiani sono chiamati a grandi sacrifici personali ed economici ed è distonico che proprio due influencer, che per buon senso dovrebbero dare il buon esempio, facciano ciò che nessuno in Italia può fare, per altro mostrandosi su Instagram.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.