La Corte costituzionale? Più di 64 milioni per 15 giudici

RomaNiente spending review per la Corte costituzionale. Ma quanto ci costa il «Giudice delle leggi»? Quanti stipendi d’oro, benefici, privilegi, magari sprechi rimarranno al riparo dai tagli montiani?
Quasi 64 milioni di euro (per l’esattezza: 63 milioni e 747 mila) è la previsione di bilancio della Consulta per il 2012 e lo Stato contribuisce con 52 milioni e 700 mila.
È imponente e sontuosa la macchina dell’Alta Corte, con 15 giudici costituzionali in carica 9 anni e 350 dipendenti, tra quelli di ruolo (209), quelli comandati (68), 44 carabinieri, 3 vigili del fuoco e gli altri a contratto o con vari incarichi.
Il presidente della Consulta guadagna più del doppio del suo dirimpettaio sul Colle, il Capo dello Stato: 482mila euro lordi l’anno per Alfonso Quaranta contro i 239mila di Giorgio Napolitano. Più alloggio di servizio al quinto piano del Palazzo della Consulta, 4 assistenti, 5 addetti alla segreteria, auto blu, accesso ai voli di Stato, naturalmente maxiliquidazione e maxipensione. Ma il presidente della Repubblica ha una busta paga inferiore anche al segretario generale della Consulta, che prende ben 283 mila e 500 euro lordi l’anno.
Tutti i giudici costituzionali hanno uno stipendio agganciato a quello del Primo presidente della Cassazione e aumentato della metà (cioè 403.840 euro lordi, più 3 assistenti e 3 segretari, auto blu, cellulare, computer, rimborsi viaggi), ma il presidente ha anche un’indennità di rappresentanza pari a un quinto della retribuzione degli altri. Il collegamento al più alto magistrato d’Italia ha portato molti vantaggi ai 15, ma nell’ultimo anno anche una decurtazione pari a quella del 25 per cento dell’indennità speciale delle toghe.
Si rimane, però, sempre a livelli siderali. E poi c’è la questione della schiera di presidenti emeriti d’oro. Il primo dei 15 dovrebbe rimanere in carica 3 anni, ma la durata media del mandato è di un anno e mezzo, con punte minime di un poco più di un mese. Infatti, ormai da molto tempo ha prevalso la consuetudine di affidare la poltrona al più anziano, vicinissimo alla scadenza di mandato. Regola interrotta solo con l’elezione del presidente numero 35: entrato alla Corte nel 2004, Quaranta resterà in carica un po’ più a lungo dei suoi predecessori, fino a gennaio 2013. Ugo De Siervo aveva avuto la poltrona solo 4 mesi, Francesco Amirante 9, Giovanni Maria Flick 3, come Giuliano Vassalli e Giovanni Conso, 4 Valerio Onida, 6 Antonio Baldassarre.
Vuol dire che ci sono oltre 15 presidenti emeriti e loro vedove che godono di altissime pensioni, legate naturalmente all’ultimo stipendio percepito. Solo dal settembre scorso non hanno più diritto a vita all’auto blu, ma appena per un anno. In compenso ai defunti il Comune di Roma riserva l’onore della dedica di una strada nel quartiere Aurelio.
Considerando che anche le pensioni dei semplici giudici costituzionali sono molto ricche si spiega che i 6 milioni stanziati per i 21 ex giudici e i 9 loro «superstiti» sono la metà di quelli che vanno agli altri 225 pensionati della Corte costituzionale.
Ultima nota: alla Consulta approdano molti magistrati fuori ruolo per diventare assistenti dei giudici e raddoppiare lo stipendio, aggiungendo a quello d’origine una bella indennità.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

macchiapam

Gio, 03/05/2012 - 08:31

Il governo non ha toccato i costi della corte costituzionale perchè non poteva. Però non sarebbe eccessivo chiedere ai 15 giudici almeno un gesto spontaneo di moderazione, per esempio la riduzione dei loro altissimi appannaggi e benefits connessi.

lulumicianera

Gio, 03/05/2012 - 09:37

Che dire,cadono la braccia e non solo quelle Arrivata alla verde età di 70 anni mi sento attabbiata,delusa infuriata contro questi delinquenti,più che ladri Dovrebbero dare il buon esempio,come si conviene in ogni comunità, dimostrare che loro,a cui sono assegnati compiti di riforma ,rinnovamento e stramaledetto risparmio,fanno cose giuste.Col cavolo,si aumentano prebende,sono intoccabili,ma veramente così disgustano ed incitano non solo all'antipolitica ma alla rivolta fiscale e non solo quella .Maledetti,che ogni centesimo in più vada loro per traverso e li soffochi

lot

Gio, 03/05/2012 - 10:05

Con quale faccia di tolla questa gente si fa renumerare in tale maniera che nemmeno il Presidente degli USA? Siamo allo spreco totale, ai principati nominali! Tutto questo mentre si chiedono sacrifici alla povera gente che è già al limite della sopravvivenza! Mi stupisco soltanto che ancora non sia scoppiata una guerra civile ma ormai siamo al limite e basta una provocazione fiscale di troppo, o altra invenzione legalitaria che gravi sulla gente, e qui va tutto a scatafascio. Questa gente che sta alla Corte Costituzionale almeno facesse il suo lavoro ma nemmeno quello fa, lasciando un PdR fare come se la costituzione nemmeno ci fosse mentre loro, che sono gli addetti a controllarlo e sono perfino suoi dirimpettai per poterlo fare meglio, si fanno i sonni aspettando solo che la cosa diventi troppo grave e indigeribile alla gente per farsi avanti. Mandateli tutti a casa, retribuzione un decimo di quella attuale e pensione al massimo di tremila euro! Non vengano più a chiederci soldi!

alberalle

Gio, 03/05/2012 - 10:53

V E R G O G N A , Arrivrera' Bene La Rivoluzione Tipo Francese 11 Poi Vedremo Quanti Ne Resteranno !!!

piertrim

Gio, 03/05/2012 - 10:52

Un'altra spesa scandalosa! Ma si rendono conto i nostri governanti e i giudici costituzionalisti che per ottenere somme simili ci vogliono due eserciti di lavoratori: uno per gli emolumenti, l'altro per le tasse, le ritenute e previdenze varie.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 03/05/2012 - 11:05

Non sono documentato sulla Corte. Che sia comunque uno scandalo è fuor di dubbio, e certamente non solo per il suo abnorme costo.

Franke

Gio, 03/05/2012 - 11:15

vergogna togati ermellini, spesso, rin*******iti che procedono a velocità di lumaca nel rispetto delle regole e nel riconoscimento dei diritti dei cittadini in particolare nelle cause civili. Il loro stipendio la decima parte degli emolumenti attuali .

cast49

Gio, 03/05/2012 - 12:07

Tagliateli Le Palle A Questi Mangia Mangia, Cono Le Vergogna Dell'italia...

MEFEL68

Gio, 03/05/2012 - 12:18

Una class action che denunci gli organi dello stato e i loro pseudo rappresentanti per appropriazione indebita sarebbe proprio necessaria.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 03/05/2012 - 12:34

Il Referendum per abolire il finanziamento ai partiti, perché la Corte Costituzionale non l'ha fatto rispettare? Quando Bersani ha inventato la rapace legge del "rimborso spese" elettorali, perché la Corte Costituzionale non l'ha rigettata per incostituzionalità? Forse i cortigiani filocomunisti sono corrotti e putrefatti come forse è corrotto e putrefatto il presidente Napolitano?

Ritratto di maucom

maucom

Gio, 03/05/2012 - 13:22

**RESET** .... Reset, ma dove cavolo e' il pulsante del reset?????

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 03/05/2012 - 13:30

A zappare nessuno vero?

carpa1

Gio, 03/05/2012 - 14:11

E poi ci vengono a chiedere di fare i delatori contro gli sprechi o come ridurre le spese! Ma non leggono i giornali? Oppure continuano a leggere solo tipolino come quando erano bambini?

aspide007

Gio, 03/05/2012 - 14:31

@- Transitando questa mattina dinanzi ad un'edicola ho ascoltato un breve dialogo tra l'edicolante che stava leggendo, ritengo, questo articolo ed un suo cliente. L'edicolante: "a Giovà , ma la sai la ragione per la quale questi signori utilizzano le auto blue"! E Giovanni: "no"! E l'edicolante: "ma perché si vergognano di camminare a piedi e di incontrare sui marciapiedi i pensionati al minimo e operai".

marinaio

Gio, 03/05/2012 - 15:13

Scusate, scusate un attimo!!!! Per favore, vorrei scendere.....

canarino

Gio, 03/05/2012 - 16:05

Come si fa a commentare quest'articolo senza rischiare un infarto...o peggio!! Mi chiedo cosa di peggio può accadere a noi poveri italiani con queste Istituzioni, con questa politica, con questi tecnici e con questi supertecnici?! Nemmeno Dio con un miracolo potrà salvarci!!

Tany

Gio, 03/05/2012 - 17:41

I soldi buttati da questa gente che purtroppo ha il potere sono uno sputo in faccia al contributo che noi poveri disgraziati stiamo dando volenti o nolenti, a costo di sacrifici disumani, di vite umane e di tagli pazzeschi alle nostre spese. Se tutti ma veramente tutti facessero questi sacrifici comprenderei che è la crisi che ci impone questo; ma così mi sento veramente presa in giro, trattata come una m... e offesa nella mia dignità. E suppongo di non essere da sola.

aldogam

Gio, 03/05/2012 - 19:41

Tanti anni fa, statale equivaleva a poveretto... ora mi pare che le cose siano piuttosto cambiate.

Sapere Aude

Ven, 04/05/2012 - 05:54

Domandina semplice, semplice: è cambiato qualcosa dai tempi in cui c'erano re, principi, duchi, marchesi, conti e cortigiani? La risposta è sì. Per secoli si diventava tali per vincoli di sangue. Oggi no, o quasi (qualcuno ci racconti i regni che Alfonso Quaranta I° ha donato al primogenito e ai cadetti). In Italia la democrazia ha avuto un solo merito, liberarci dalle monarchie storiche per sostituirle ahimè con altre... più plebee. Non ci credete? E' cosi. I costi di Buckingam Palace e della Suprime Court inglese rapportati a quelli del Quirinale e del Palazzo della Consulta mi danno ragione. Capite ora perché festaggiano la Repubblica questi immorali? Si sentono re, principi, duchi.......

ugolino

Mer, 09/05/2012 - 12:56

Non sarebbe giunta l'ora di far seguire alle denunce di queste sciagurate ignominie anche qualche fatto? È così difficile? Ugolino