COSTA BRAVA

Con un solo sguardo si abbraccia il mare e la montagna, un anfiteatro naturale di grande fascino che oggi è una delle mete preferite per gli amanti del turismo attivo. Questo panorama lo offre L'Estartit, cittadina affacciata a metà della Costa Brava con 15 km di costa, divisa tra sabbia bianca, calette e scogliere a picco, e protetta dal massiccio del Montgrì. Un paradiso che il Comune ha attrezzato per ospitare - ovviamente rispettando la natura visto che tutto il territorio è all'interno di un parco protetto - i centri dove praticare diverse attività sportive. L'organizzazione ruota tutta attorno all'Estacio Nautica (Calle de la Platja, 10 - www.enestartit.com), in centro al paese dove è possibile rivolgersi per qualsiasi informazione sugli sport, i corsi, le attività. E le attività sono davvero tante. L'Estartit è riuscita a esaltare le sue potenzialità, trasformandosi in capitale degli sport nautici, dalla pesca d'altura allo sci d'acqua, dalla vela da kajak, wind e kite surf. Ma il top è rappresentato dalla subacquea: a meno di un miglio dalla spiaggia si trovano le isole Medas, piccolo arcipelago completamente disabitato che è una delle zone naturalistiche più importanti del Mediterraneo e delle mete più amate dai subacquei di tutto il mondo. Sotto la superficie del mare, le correnti hanno scavato nella tenera pietra calcarea gallerie, archi e un vasto sistema di grotte spettacolari. Questo specchio di mare è una riserva marina protetta da vent'anni, e il successo di questa iniziativa sull'ambiente è evidente: basta immergere il viso sotto il pelo dell'acqua per ammirare gorgonie, coralli, cernie gigantesche e, quando il mare è più caldo, barracuda. I 12 siti di immersione si raggiungono grazie alle imbarcazioni dei dive center locali (Oceansub: calle Salines, 23 - www.oceansub.com; Costa Brava Divers: paseig Maritim, 16 - www.costa-brava-divers.com, una immersione costa 34 euro, ingresso al Parco incluso) dotate di tutti i comfort, addirittura di un elevatore per un comodo imbarco dal mare. Il litorale de L'Estartit è suddiviso in tre zone: la playa Principale, nel cuore del paese, vivace e attiva; quella de Griells, meno affollata, vicino alla riserva del Ter Velly; e la playa de la Pletera, più silenziosa e selvaggia. Invece, all'ombra del Montgrì, massiccio alto 309 metri, gli appassionati di trekking, ciclo turismo, escursioni, passeggiate a cavallo, golf (10 campi) trovano il terreno ideale, riscoprendo il piacere di stare all'aria aperta immersi nei colori e nei profumi di questa terra.
L'Estartit forma un comune unico con la località di Torroella, a 5 km nell'entroterra vicino al fiume Ter, piccolo borgo ben conservato caratterizzato da edifici del XIX secolo, tra cui il castello-palazzo simbolo della località e recentemente ristrutturato e la chiesa in stile gotico, sede del Festival estivo di musica internazionale (dal 30 luglio al 20 agosto, www.festivaldetorroella.org). Merita una visita il Museo del Mediterraneo (www.museudelamediterrania.org) all'interno del palazzo Can Quintana, per scoprire la storia, gli usi e le tradizioni dei popoli che si affacciano sul mare.
Questa integrazione tra monti e mare si riflette anche sulla gastronomia. La varietà di prodotti naturali locali è la da base di combinazioni che fondono i sapori quelli del mare e dei monti: ecco allora che il pollo è cucinato con gli scampi o l'aragosta, le polpette con le seppie e le cozze sono farcite con carne e poi fatte friggere. Il modo ideale per conoscere le cucina locale è quello visitare il mercato settimanale, il giovedì, sul lungomare, con numerose bancarelle colorate e profumate, cariche di prodotti tipici.
L'Estartit non ha una grande concentrazione di hotel; ci sono invece molti appartamenti e camere in fitto e diversi campeggi. Questo significa che non c'è molta folla d'estate ma anche che bisogna prenotare in tempo.
Come raggiungere L'Estartit: in auto, dal confine francese dista poco meno di 50 km. Dopo il confine, uscire allo svincolo nr 3, continuare sulla statale N-II (direzione Barcellona); poi sulla C-31, direzione Carretera, si arriva a L'Estartit. Chi si serve dell'aereo può atterrare all'aeroporto di Barcellona o a quello di Girona (voli giornalieri Ryanair e Vueling) da dove partono 3 autobus ogni giorno. Per maggiori informazioni: Ufficio Spagnolo del Turismo: Milano - Via Broletto, 30; Roma- Piazza di Spagna, 55; tel.: 199906082; www.spain.info/it

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti