Cronaca internazionale

Sparatoria in una scuola, due morti: il nuovo caso che scuote gli Stati Uniti

Gli spari nell'istituto per ragazzi in condizioni svantaggiate Starts Right Here di Des Moines (Iowa). Morti due studenti, ferito e in gravi condizioni un insegnante

Sparatoria in una scuola, due morti: il nuovo caso che scuote gli Stati Uniti

Ancora una sparatoria negli Stati Uniti. Stavolta l'episodio si è verificato a Des Moines, capitale dello Stato dell'Iowa. Sotto choc il Paese, dato il fatto si è verificato in una scuola, per la precisione la Starts Right Here, un istituto per ragazzi in condizioni svantaggiate.

Sono ancora molto poche le notizie che arrivano da oltreoceano. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, sul posto si trova la polizia, che ha postato alcune informazioni sul proprio account Twitter. Il bilancio parla di due studenti morti e una terza persona ricoverata in ospedale.

Nel corso di una breve conferenza stampa, Parizek ha inoltre dichiarato che intorno alle 13.20 (ore locali) la polizia ha provveduto a fermare un veicolo e preso in custodia più persone, almeno tre. I soggetti sono stati fermati nei pressi di MacRae Park, a circa 2 miglia a sud della scena della sparatoria. Una persona è fuggita ma è stata catturata, mentre gli altri due sono rimasti in macchina. Tutti e tre sono stati presi in custodia. "Gli agenti hanno sotto custodia diversi potenziali sospettati", è quanto si legge nel post rilasciato dal Dipartimento di Polizia di Des Moines.

Paul Parizek ha parlato che la terza persona ferita, un insegnante, ha già subito un intervento chirurgico ma resta in gravi condizioni. I due studenti deceduti, invece, sono stati trovati in condizioni molto critiche. Gli agenti hanno eseguito la rianimazione cardio polmonare su di loro, ma sono stati entrambi dichiarati morti una volta arrivati in ospedale.

Parizek ha inoltre dichiarato che le vittime sono state prese di mira e che "non c'è stato nulla di casuale" nella sparatoria.

Parlando alla stampa locale, Nicole Krantz, programmatrice presso la MercyOne Des Moines Clinics Administration, ha raccontato che il suo ufficio è situato a poca distanza dalla Starts Right Here ed è stato isolato subito dopo la sparatoria. Ha anche aggiunto di aver visto qualcuno scappare dalla scuola con la polizia all'inseguimento, sia a piedi che a bordo delle auto di pattuglia. "Siamo tutti preoccupati. Siamo rimasti isolati, ovviamente. Ci è stato detto di stare lontano dalle finestre perché non eravamo sicuri che avessero catturato il ragazzo", ha riferito ai microfoni di Desmoinesregister.com, quotidiano locale.

La governatrice dell'Iowa Kim Reynolds si è detta scioccata dall'accaduto. "Ho visto in prima persona quanto Will Keeps e il suo staff lavorino duramente per aiutare i bambini a rischio attraverso questo programma educativo alternativo. Il mio cuore si spezza per loro", ha dichiarato.

Il presidente della Iowa State Education Association Mike Beranek ha invece chiesto che vengano intensificate opere di prevenzione per evitare il ripetersi di questo genere di violenza all'interno degli ambienti educativi. "Imploriamo i nostri leader eletti di prendere in considerazione strategie efficaci per eliminare la violenza armata e perseguire soluzioni concrete che mantenere i nostri studenti, educatori e comunità al sicuro. Le nostre scuole devono essere bastioni di sicurezza, non oggetto di violenza. Questo deve finire", ha affermato.

Commenti