Sangue e follia a Roma: aggressione col machete in strada, due feriti

L'assalto in via Casilina, l'aggressore in fuga dopo aver colpito due uomini

Sangue e follia a Roma: aggressione col machete in strada, due feriti
00:00 00:00

Una serata di pura follia quella andata in scena ieri sera, intorno alle 19.30, in via Casilina a Roma. Due uomini, entrambi stranieri e di cui uno ferito in modo grave, sono stati aggrediti a colpi di machete. L’aggressore, dopo aver compiuto l’insano gesto, si è dato alla fuga ed è ora ricercato dalla polizia. Una delle due vittime è stata operata d’urgenza e le sue condizioni sono critiche.

L’aggressione

Dai primi riscontri delle forze dell’ordine sembrerebbe che la violenta aggressione sia avvenuta in strada, all’esterno di un kebab. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Sant'Ippolito e di San Lorenzo, mentre le indagini sono condotte dal commissariato Prenestino e dalla squadra mobile di Roma. Non si conoscono ancora i motivi del gesto dell’aggressore che, a quanto pare, ha agito per uccidere. Il ferito più grave è stato trasferito all'ospedale San Giovanni dove, dopo il delicato intervento chirurgico, lotta tra la vita e la morte. Il secondo, invece, è ricoverato al policlinico Umberto I, ma non corre alcun pericolo e sarà dimesso nei prossimi giorni.

L’indagine

Gli inquirenti stanno ascoltando testimoni e verificando se in zona sono presenti telecamere di videosorveglianza che potrebbero avere immortalato l'aggressore, il quale, dopo i colpi inferti con un machete, è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce.

Posti di controllo sono stati istituiti lungo il tratto di via Casilina e nelle aree immediatamente adiacenti. I poliziotti sono convinti che il feritore non sia riuscito ad allontanarsi molto e che, anzi, sia nascosto in zona. Per questo motivo stanno intensificando i controlli per acciuffarlo quanto prima.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica