Cronaca locale

"Basta, vi prego". Calci e pugni al giovane disabile, tre rumeni denunciati

Il pestaggio avvenuto a Vigevano era finito sui social, scatenando rabbia e indignazione. Vittima dell'aggressione un ragazzo con problemi psichici

"Basta, vi prego". Calci e pugni al giovane disabile, tre rumeni denunciati

"Basta, basta vi prego. Perché fate così?". Ma niente da fare. Gli schiaffi erano continuati come se nulla fosse. E poi i calci, sferrati a più riprese contro quel giovane indifeso. Ha suscitato indignazione e rabbia il video di un violento pestaggio avvenuto a Vigevano ai danni di un ragazzo con problemi psichici, noto in città per i suoi modi innocui e per girare sempre con la sua bicicletta. Il giovane, fermato da tre bulli ventenni dall'accento straniero, è stato aggredito senza motivo e il filmato di quella odiosa "bravata" è finito poi sui social.

Il video del pestaggio

L'episodio a quanto si apprende è avvenuto nella serata di venerdì scorso, 25 novembre, in corso Vittorio Emanuele, a pochi passi dal municipio di Vigevano. Nel video poi diffuso (e arrivato anche tra le mani della polizia) si vede il 25enne in sella alla sua bicicletta, bloccato contro il muro dai tre aggressori. Due di loro si avventano di colpo contro il ragazzo indifeso, un terzo si limita a filmare la scena . A freddo parte uno schiaffo sul viso del giovane. Poi vengono sferrati dei calci e la vittima, presa per un braccio, viene trascinata a terra. "Ahia, vi prego basta! Basta!", implora il malcapitato ma i bulli non sembrano sentire ragioni e continuano a infierire su di lui.

Individuati i responsabili

"Se usi ancora lo spray al peperoncino...", lo ammonisce uno di loro, riferendosi forse al fatto che la vittima avesse già tentato di difendersi. Da quanto è stato ricostruito sembra infatti che i tre l'avessero già importunato nei giorni precedenti e lui per allontanarli avesse avesse usato uno spray urticante. La vicenda è chiaramente finita all'attenzione delle forze dell'ordine che proprio analizzando le immagini hanno ben presto identificato i responsabili, secondo quanto riporta l'Ansa di nazionalità rumena. I protagonisti del pestaggio sono stati denunciati per violenza privata e lesioni aggravate.

L'aggressione ha comportato cinque giorni di prognosi per la vittima. E intanto c'è chi, alla luce dell'episodio, chiede maggior sicurezza soprattutto nelle ore notturne della movida.

Commenti