Borseggiatrici, ecco come sono organizzate: il viaggio dentro il covo a Milano

La trasmissione Dritto e rovescio svela il modus operandi delle borseggiatrici che imperversano nel capoluogo meneghino. Ecco come funziona il loro "sistema"

Borseggiatrici, ecco come sono organizzate: il viaggio dentro il covo a Milano
00:00 00:00

A Dritto e Rovescio si torna a parlare del fenomeno, sempre più preoccupante, dei furti commessi ai danni di viaggiatori e turisti da parte di gruppi di borseggiatrici. Una delle città maggiormente interessate dal problema è Milano, dove queste lestofanti agiscono praticamente indisturbate, senza alcun timore di essere arrestate. Malgrado le tante segnalazioni da parte di privati cittadini che si sono riuniti in comitati e di diverse trasmissioni televisive, come Striscia la notizia, la situazione non cambia.

Nella puntata andata in onda giovedì 25 aprile, Dritto e rovescio ha esplorato in modo ancor più approfondito il modus operandi delle borseggiatrici che imperversano nel territorio milanese. Un'inviata del programma ha infatti documentato i loro spostamenti, arrivando anche a individuare un potenziale covo. Queste donne, infatti, fanno parte di una rete molto ampia, che interessa vari paesi in Europa. Sono solite spostarsi spesso, e in ogni zona trovano un luogo in cui rifugiarsi prima del prossimo furto.

Le tecniche di borseggio sono ben organizzate. Le ladre sono in grado di mettere in campo diversi stratagemmi per arrivare all'obiettivo. Agiscono da sole, oppure in coppia, a seconda della circostanza. Dispongono di sentille pronte a fare rumore o a inviare segnali nel caso in cui vedano passare le forze dell'ordine. E, all'occorrenza, possono contare anche su "guardie del corpo". Un sistema ben rodato, insomma, che preve anche che le borseggiatrici si spostino da una zona all'altra. Barcellona, Roma, Venezia, Milano. Sono viaggi continui, così da accrescere il loron "terreno di caccia" e risultare più difficili da prendere. Ovviamente in ogni città trovano un luogo in cui sistemarsi, una specie di "covo".

L'inviata di Dritto e rovescio è riuscita a individuarne uno. Nella zona nord di Milano c'è un Bed&Breakfast che, secondo alcune segnalazioni, sarebbe stato usato dalle borseggiatrici come quartier generale. Chi abita nel quartiere conferma di aver visto le ragazze. "Sì, ogni tanto vivono qua", conferma un residente. "Vengono dalla Spagna", aggiunge.

Parlando con la signora che si occupa della pulizia del B&B, l'inviata di Dritto e rovescio ottiene ulteriori conferme. Il B&B mostrato nelle riprese è spazioso e confortevole, con camere da letto, bagno e cucina. "Una volta qui qualcuno ha rubato una borsa", racconta la donna. "Proprio nel furgone, mentre stavo facendo le pulizie", spiega.

Ed è proprio dal Bed&Breakfast

individuato dalla trasmissione che, in un secondo momento, escono due borseggiatrici. Entrambe molto conosciute sul web. L'inviata riesce a seguirle, ma viene spinta e allonata appena rivolge loro delle domande.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica