Cronaca locale

Roma, due violenze a distanza di poche ore: arrestato un bengalese

Poche ore prima dell'aggressione della giovane turista spagnola, una ragazza italiana era stata abusata sessualmente da un bengalese. Nei pressi della stazione Termini la situazione è fuori controllo

Roma, due violenze a distanza di poche ore: arrestato un bengalese

A Roma è allarme sicurezza, con episodi di violenze e aggressioni che si ripetono giorno dopo giorno. Soltanto ieri la notizia di una giovane turista spagnola assalita, gettata a terra, palpeggiata e rapinata a in via Marsala, nelle vicinanze della stazione Termini.

Oggi si apprende che nello stesso fine settimana un'altra ragazza è stata aggredita all'interno di un palazzo e salvata solo grazie al tempestivo intervento di alcuni residenti, che avevano sentito le sue grida.

Una situazione fuori controllo

Cresce la paura fra i cittadini romani, ormai costretti a fare i conti con episodi di violenza, che spesso avvengono anche alla luce del sole. La scorsa domenica mattina, infatti, una turista spagnola di soli 20 anni è stata aggredita da un malintezionato mentre stava rientrando nel suo alloggio.

Poche ore prima, però, un'altra ragazza aveva subito delle violenze, sempre nella stessa area vicina alla stazione. In questo caso si tratta di una 20enne italiana, abusata sessualmente da uno straniero. Partita da Frosinone, la 20enne era arrivata a Roma sabato sera, intorno alle 21, per trascorrere il fine settimana nella Capitale, ma è stata presa di mira da un bengalese. L'uomo l'ha avvicinata con l'inganno, riuscendo quindi a trascinarla nel cortile di un palazzo di via Principe Eugenio 32. La giovane, infatti, stava cercando il B&b in cui avrebbe dovuto trascorrere la notte, e lo straniero aveva finto di aiutarla.

La trappola è scattata subito dopo che le porte dell'edificio si sono chiuse. Sola e indifesa, la giovane è stata assalita dal bengalese, che ha iniziato a toccarla e a baciarla con insistenza. Solo le grida d'aiuto della vittima hanno evitato il peggio. Alcuni residenti del palazzo, allertati dalle urla, sono corsi fuori dai loro appartamenti per capire cosa stava accadendo, e in questo modo hanno messo in fuga lo straniero.

Arrestato un bengalese

Sul posto gli agenti della polizia di Stato, che hanno ascoltato il racconto della 20enne e le testimonianze delle persone intervenute. Il caso, fortunatamente, si è chiuso in fretta. Gli uomini in divisa sono infatti riusciti a rintracciare l'aggressore, risultato essere un bengalese di 38 anni. Il soggetto è stato fermato con l'accusa di violenza sessuale.

La preoccupazione dei residenti

Aumenta la rabbia e la preoccupazione dei residenti. Qualcuno parla ormai di "terra di nessuno", e non si fa difficoltà a capire la ragione di un simile appellativo. A distanza di poche ore, due giovani donne sono state aggredite e molestate. Mentre lo straniero che ha tentato di stuprare la giovane italiana è stato preso, ancora nulla si sa del soggetto che ha assalito la turista spagnola.

Commenti