Cronaca locale

Sesso con la prof, i verbali dell'alunna: "Mi chiese di cancellare le chat"

Il caso in una scuola superiore di Pescara. L'insegnante, accusata di atti sessuali su minore, è stata sospesa per un anno. Il racconto della 14enne agli inquirenti

Sesso con la prof, i verbali dell'alunna: "Mi chiese di cancellare le chat"

Ascolta ora: "Sesso con la prof, i verbali dell'alunna: "Mi chiese di cancellare le chat""

Sesso con la prof, i verbali dell'alunna: "Mi chiese di cancellare le chat"

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

È una vicenda dai contorni ancora incerti quella che coinvolge un'insegnante di una scuola superiore di Pescara accusata di atti sessuali su un'alunna minorenne. Convocata in procura per l'interrogatorio, la professoressa di 55 anni si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Il rapporto sessuale si sarebbe consumato a casa della donna quando la ragazzina aveva 14 anni. Come anticipa il Corriere della Sera, finora non emergerebbero costrizioni ma "il rapporto di affidamento tra precettore e allieva - scrive il gip nell'ordinanza - vale a neutralizzare l'efficacia del consenso della minore". La ragazzina ha cambiato istituto, mentre la docente è stata sospesa per un anno.

I verbali dell'alunna

Sentita dagli inquirenti, la 14enne ha fornito la sua versione: "La professoressa mi piaceva tanto come persona ma nel senso che io la vedevo come punto di riferimento nel senso di amicizia, non era mia intenzione fare altro". In buona sostanza, la ragazzina avrebbe visto la professoressa "come una mamma, non un'amante". Motivo per il quale non avrebbe chiesto chiarimenti alla docente in merito alle attenzioni particolarmente affettuose che le rivolgeva né avrebbe mai considerato l'eventualità di una relazione sentimentale con la stessa. Da qui si sarebbe innescata una catena di equivoci, fino al rapporto sessuale che si sarebbe consumato a casa della 55enne nell'aprile del 2023.

Le chat

È stata la psicologa della scuola a denunciare la vicenda dopo aver raccolto le confidenze della giovane. Stando al racconto della 14enne, successivamente l'insegnante le avrebbe chiesto di cancellare alcune chat. Si tratta di conversazioni che l'alunna e la prof avrebbero intrattenuto su WhatsApp anche a notte fonda. Gli investigatori hanno sequestrato il cellulare della studentessa nel tentativo di recuperare quei messaggi e ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Lo stupore dei colleghi

Oltre alla sospensione di 12 mesi, all'insegnante è stato imposto anche il divieto di avvicinamento alla studentessa. Alla notizia delle indagini, i colleghi della 55enne hanno reagito con grande stupore. In molti la descrivono come una docente particolmente premurosa e scrupolosa nei confronti degli alunni.

Inoltre avrebbe ottimi rapporti con il personale dell'istituto, sarebbe apprezzata soprattutto per i modi pacati e la sensibilità. La ragazzina, che intanto ha cambiato scuola, potrebbe essere risentita a breve per cristallizzare alcuni passaggi della sua versione.

Commenti