Venezia: modella posa nuda in pubblico. Scatta la multa e il daspo

750 euro di multa e daspo urbano per una modella italiana che ha posato nuda tra i monumenti di Venezia. Poche centinaia di euro per il fotografo che ha fatto lo shooting

Venezia: modella posa nuda in pubblico. Scatta la multa e il daspo

Settecentocinquanta euro di multa e daspo urbano. Questo il provvedimento per una modella italiana che ha posato nuda per un servizio fotografico tra i monumenti di Venezia. Poche centinaia di euro, invece, per il fotografo francese per aver utilizzato spazi pubblici per organizzare il suo shooting. Il fotografo francese e la modella hanno sicuramente scelto la location meno adatta per un servizio fotografico di nudo: il cortiletto del Palazzo Reale, proprio a due passi dalla sede della Polizia locale di Piazza San Marco.

Per cosa è scattata la sanzione

A fare insospettire gli agenti della Polizia locale alcuni scatti e video del servizio fotografico – immortalati dai passanti - che prontamente sono apparsi sui social media. A fare scattare la sanzione non soltanto le pose di nudo in pubblico, ma anche il fatto di essersi arrampicati su beni monumentali senza avere ottenuto il permesso del Comune. Infatti, la modella aveva posato senza veli scendendo lungo una spalla di un ponte a ridosso di San Marco, ma anche da alcune finestre o porte d'acqua su un canale. Naturalmente, per questo tipo di set, se in pubblico, deve essere chiesto il permesso a pagamento al Comune, esattamente come che avviene per ogni set cinematografico. Non vengono mai autorizzati set dove ci sono modelli o modelle nude.

Un altro episodio in Rio Novo

Non sarebbe la prima volta che i due vengano colti in flagrante; infatti, alla modella e al fotografo è stato anche contestato un altro episodio accaduto in Rio Novo proprio pochi giorni fa in cui erano coinvolti anche altri fotografi non ancora identificati. Infatti, nel rio veneziano situato tra i sestieri di Santa Croce e Dorsoduro era stata organizzata una seduta di fotografie di nudo in riva all’acqua e su un terrazzino. La Polizia locale ha stabilito che si trattava delle stesse persone grazie ai video dei numerosi passanti che dalle loro imbarcazioni avevano ripreso la modella.

Venezia al centro del mirino

Purtroppo non sarebbe la prima volta che la città lagunare venga presa di mira e venga utilizzata come sfondo per acchiappare qualche like sui social. L’ultimo caso risale a pochi giorni fa, quando un gruppo di giovani londinesi, esperti nel parkour, dopo tre giorni di salti attraverso i canali e acrobazie varie hanno concluso con un tuffo di uno di loro dal tetto di un’abitazione dentro ad un canale.

Un gesto davvero pericoloso che ha messo a repentaglio la vita dell’uomo. Anche contro il gruppo londinese era stato emesso un daspo, anche se alcuni giorni fa uno di loro è stato beccato all’aeroporto al suo primo rientro in Italia.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica