Cronaca locale

Violenza, schiaffi e pugni dal compagno: giovane salvata dai carabinieri

La terribile storia di violenza si è verificata a Palma Campania, nel Napoletano. L’uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica, avrebbe anche distrutto alcuni mobili

Violenza, schiaffi e pugni dal compagno: giovane salvata dai carabinieri

È sera quando la centrale operativa del 112 riceve una chiamata disperata. Dall’altra parte del telefono c’è una donna che, terrorizzata, chiede aiuto per sfuggire alla furia del compagno che, completamente fuori di sé, l’aveva aggredita. La terribile storia di violenza in famiglia arriva da Palma Campania, un comune di poco più di sedicimila abitanti della provincia di Napoli.

"Aiutatemi vi prego, mio marito mi sta picchiando", racconta la donna in preda alla disperazione. Immediatamente scatta l’allarme. Una pattuglia della locale Stazione dei carabinieri, insieme ai militari del Nucleo radiomobile, raggiungono in poco tempo l’abitazione indicata. Non c’è un minuto da perdere. Gli uomini delle forze dell’ordine entrano in casa. Qui incontrano la donna, una giovane di 34 anni, che poco prima aveva chiesto aiuto al telefono.

La ragazza, seppur spaventata, racconta ai militari dell’Arma quanto leera accaduto: il marito, di 37 anni, completamente fuori controllo l’aveva picchiata colpendola con schiaffi e pugni. Privo di lucidità, l’uomo avrebbe anche distrutto alcuni mobili della casa, poi mostrati ai carabinieri.

In quel momento nell’appartamento era presente anche il 37enne, in evidente stato di alterazione psicofisica, forse dovuto all’uso di alcol. I militari, non senza difficoltà, lo bloccano e lo traggono in arresto. Solo in quel momento la tensione cala. L’uomo viene condotto presso il carcere di Poggioreale: ora dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico ufficiale.

L’incubo per la donna finisce. Un incubo che, forse, andava avanti da diverso tempo. Secondo le prime informazioni questo non sarebbe il primo caso di violenza subito dalla 34enne. La giovane, come accertato in seguito dai carabinieri, già nel 2021 aveva sporto denuncia.

Lo scorso 25 novembre, come ogni anno si è celebrata la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Difficile fare un bilancio preciso del fenomeno, dato che c'è carenza di dati precisi. Gli ultimi, forniti dall'Istat sul fenomeno, risalgono a otto anni fa. Discorso diverso per i casi sfociati in omicidio. Secondo gli ultimi dati a disposizione della Direzione centrale della polizia criminale nel periodo 1° gennaio-20 novembre 2022 dei 273 omicidi commessi, 104 hanno avuto come vittime delle donne. Di queste, 88 sono state uccise in ambito familiare o affettivo, mentre 52 – la metà – hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex partner.

Commenti