Le accuse di Lancet all'Italia "Doveva chiudere 7 giorni prima"

Il direttore di Lancet: "Non si tornerà alla normalità se non ci sarà un vaccino. Se continueremo a seguire le norme di sicurezza potremo evitare una seconda ondata"

Richard Horton, direttore di Lancet da 25 anni, la più celebre rivista scientifica a livello mondiale, ora lancia delle accuse al nostro Paese. Avremmo dovuto chiudere tutto una settimana prima, così avremmo salvato migliaia di vite. Nell’intervista a Repubblica, Horton ha anche parlato di quanto sta avvenendo in Cina, spiegando che si tratta ancora della prima ondata, “perché il Coronavirus è sempre tra noi, anche se lo dimentichiamo, anche se i politici non ci dicono che non torneremo mai alla normalità senza un vaccino. Che, tra l'altro, potrebbe anche non risolvere le cose. Ma una seconda ondata di Covid 19 siamo ancora in tempo per evitarla”.

Il 58enne inglese è convinto che in mancanza di un vaccino, e se non ci impegneremo a mantenere le norme di sicurezza anti coronavirus fino a questo momento seguite, continueranno a esserci nuovi focolai. Il virus è ancora tra noi, anche se ce ne stiamo quasi dimenticando, perché i governi e le persone sono più rilassate. Ma questo comportamento può essere molto rischioso e portare a gravi conseguenze. I politici stanno cercando un compromesso tra la salute della popolazione e l’ecomomia. Ma Horton ha sottolineato che “dall'ultima settimana di gennaio sappiamo della gravità di questa malattia. Il 30 dello stesso mese è arrivata l'allerta generale dell'Oms. Già allora i governi e i loro scienziati non agirono prontamente. Spero non riaccada”.

Le colpe di governi e scienziati e l'accusa all'Italia

Secondo il direttore, sia i governi che gli esperti non hanno detto la verità, con il fine di tutelarsi a vicenda. E inizialmente non hanno neppure preso molto in considerazione gli allarmi lanciati dai colleghi cinesi, perché “credevano che il loro lavoro non fosse all'altezza. Che fossero inferiori a noi. Non è solo un fallimento politico, ma anche scientifico. C'è poi stata l'arroganza delle autorità occidentali. L'Europa, non toccata dalla Sars, ha commesso il grave errore iniziale di trattare il coronavirus come un'influenza, vedi Johnson e l'immunità di gregge. I leader europei sono stati negligenti. Il ritardo di Johnson sul lockdown è costato almeno la metà delle vittime totali nel Regno Unito per Covid1 9. È stato il più catastrofico in Europa”. Anche noi, sempre secondo il suo parere, abbiamo sbagliato clamorosamente: se avessimo chiuso tutto con una o due settimane di anticipo, avremmo potuto salvare fino al 50% di vite. Un modello invece che sarebbe stato da seguire è stata la Nuova Zelanda. La premier Jacinda Ardern ha infatti immediatamnente predisposto il lockdown quando i casi erano ancora pochi.

Senza un vaccino non torneremo alla normalità

Horton è certo che un ritorno alla normalità sarà difficile finché non ci sarà un vaccino, per il quale ci vorrà ancora almeno un anno di attesa. Ma sulla seconda ondata di Covid non è sicuro che ci sarà. Infatti, se ci comporteremo bene e continueremo a seguire le norme di sicurezza anti coronavirus potrà essere evitata. A patto che i governi avvertano la popolazione e dicano chiaramente come stanno le cose. Altrimenti c’è il rischio che le persone si comportino in maniera sbagliata andando ad aumentare i rischi di contagio.

Nel suo nuovo libro, "La catastrofe Covid 19: cosa è andato storto e come evitare che ciò accada di nuovo", Horton parla del vaccino come di un proiettile magico che farà sparire la malattia. Ma sarà purtroppo molto difficile riuscire a trovare un vaccino efficace e sano al 100%. Accelerare sulla sua scoperta potrebbe rivelarsi molto pericoloso. La sua efficacia si può vedere in tempi relativamente brevi, ma a preoccupare è la sua sicurezza. Questa ha bisogno infatti di molto più tempo per essere accertata. In gioco, come sottolineato da Horton, ci sono la vita delle persone e la credibilità del mondo scientifico. Che già non se la passa bene ultimamente a causa delle migliaia di pubblicazioni, spesso contrarie una all’altra, che sono state divulgate in questi mesi. Ottima l’identificazione del virus, un po’ meno il resto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Lucmar

Gio, 18/06/2020 - 10:42

In compenso manteniamo tutta un'isola mascherata e distanziata con soli 31 casi a oggi. Se non è solerzia sanitaria questa?!

APPARENZINGANNA

Gio, 18/06/2020 - 10:47

Se ai primi di gennaio un comunicato ministeriale segnalava "strane polmoniti", come ho letto tempo fa, è evidente che il governo italiano ha assunto provvedimenti tardivi: non solo sui fatti della bergamasca, ma anche su questo esso dovrebbe far chiarezza. Il vostro dovere, cari giornali, è quello di stimolarlo in nome della trasparenza, di cui il Presidente del Consiglio si fa vanto.

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 18/06/2020 - 10:47

Non vedo la citazione del punto sull’Italia, tutti hanno sbagliato alcuni UK e Brasile in primis di più di altri

occhiodifalco

Gio, 18/06/2020 - 10:49

Prosegue l andamento di questi fenomeni ......un colpo al cerchio e uno alla botte il tutto e il contrario di tutto

lucianidis

Gio, 18/06/2020 - 10:50

Valentina Dardari: Quando Sallusti gli altri strillavano: macché chiudere lasciateci lavorare" Cattive maestri non vi ricordate più cosa scrivevate in quei giorni. VERGOGNA

alberto_his

Gio, 18/06/2020 - 11:01

Affermazioni terroristiche di chi sta dalla parte del grande business farmaceutico, come dimostrato anche dallo studio pubblicato (pur sapendo fosse basato su fonti perlomeno dubbie) sull'idrossiclorochina. Nulla da stupirsi se indichi nel vaccino, magari somministrato coattamente e a intervalli regolari, la munifica soluzione alla questione Covid-19, il quale probabilmente toglierà il disturbo da solo nonostante gli inviti a restare. In quanto ai commenti sul confinamento, le previsioni del giorno dopo sono tipiche dei fenomeni da baraccone

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 18/06/2020 - 11:16

lucianidis Gio, 18/06/2020 - 10:50,cioè quando il fratello di montaslbano corse a melano per spritz,selfie,involtini primavera ed abbracci con i cinesi oppure er sinnaco di bergamo a cena con coniuge in chinese restaurant con il motto : bergamo non si ferma???

ROUTE66

Gio, 18/06/2020 - 11:16

Certo che strano è strano,un Inglese che sgrida l"Italia per il ritardo,mentre NON guarda al ritardo di casa sua. Del resto non è la prima volta che si guardi a casa degli altri, UN ESEMPIO PER TUTTI,un grande attore AMERICANO attaccava il presidente del BRASILE per gli incendi in AMAZZONIA,lui CALIFORNIANO,NON VEDEVA GLI INCENDI DALLA SUA FINESTRA. Purtroppo così va questo MONDO si è strabici solo ha momenti alterni

antoniopochesci

Gio, 18/06/2020 - 11:18

Con il senno del poi son piene le fosse. Con tutte le ovvie attenuanti del caso su un virus devastante e sconosciuto, non dimentichiamo mai che il nostro governo decretò lo stato di emergenza il 31 gennaio scorso da protrarre fino al 31 luglio. Una data che è una pietra miliare nella lotta al coronavirus. A noi Italiani interessa relativamente quanto hanno fatto o non fatto gli altri Paesi: quello che interessa è quanto - dalla suddetta data - ha fatto o non ha fatto, quanto ha predisposto o no nei tempi, negli strumenti, nelle iniziative, nell'organizzazione di un congruo piano sanitario il nostro Governo, nella persona dell'avvocato del popolo che insiste nell'autocompiacimento del suo operato e nel conseguente scaricamento di responsabilità sempre e solo sugli altri.

pinolino

Gio, 18/06/2020 - 11:20

... e tutti i governi delle democrazie occidentali hanno sbagliato più dell'Italia senza distinzione di colore politico. Ah, dimenticavo, tranne la culona ovviamente!

cgf

Gio, 18/06/2020 - 11:21

Re Sola Giuseppi dirà che è non è vero, che ha seguito l'OMS che certamente sapevano molto di più dei Governatori di Lombardia e Veneto, ma che erano sul territorio e dal territorio ricevevano notizie. Magari si spingerà a dire, o diffondere la voce, che Horton sia stato pagato dai sovranisti. Come siamo messi?

idleproc

Gio, 18/06/2020 - 11:21

Ha ragione, anche se un vaccino a breve e sicuro è poco probabile. Si può scommettere sulla buona stella e che tutte le specifiche caratteristiche del virus che stanno in giro globalmente siano favorevoli nel tempo ma non è una buona idea. Nella valutazione del rischio, in una situazione caotica di interessi conflittuali, le decisioni ricadono a livello individuale se non si ha la fortuna di vivere in un luogo con rappresentanze di buon senso o come si dice, scarpe grosse e cervello fino.

ruggerobarretti

Gio, 18/06/2020 - 11:29

Lancet: sputtanato su tutti i fronti. Ancora chiacchierano, e' piu' attendibile Donna Moderna.

ulio1974

Gio, 18/06/2020 - 11:42

non c'è bisogno di intervistare un americano per sapere che i nostri politici sono degli inetti ed i virologi più simili a cartomanti che a scienziati, bastava chiedere a mia nonna.

ulio1974

Gio, 18/06/2020 - 11:44

lucianidis 10:50: sallusit non è un virologo. E se virologi e politici dicevano di non chiudere, perchè mai avrebbe dovuto un giornalista sostenere il contrario???

fabio_

Gio, 18/06/2020 - 11:50

Tutte le evidenze scientifiche attuali e l'esperienza sui virus analoghi passata, porta a pensare ad un aumento di contagiosità del virus con riduzione dell'aggressività clinica. I soggetti venuti a contatto col virus, formeranno anticorpi con memoria di alcuni mesi, che proteggeranno nel periodo estivo, ma consentiranno una nuova infezione, probabilmente di gravità inferiore, l'inverno successivo. La migliore gestione clinica e terapeutica della malattia renderà il Covid19 paragonabile alle influenze stagionali abituali. Il vaccino avrà l'efficacia di quelli antinfluenzali attuali. Ogni altro scenario previsto è possibile ,ma meno probabile.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 18/06/2020 - 11:58

1) Lancet poteva chiedere il lock-down a gennaio, dirlo ora è facile; 2) quando alcuni chiedevano di chiudere tutti gli accessi in Italia e mettere in quarantena chiunque arrivato dalla Cina altri prendevano l'aperitivo e diffondevano il virus; 3) il vaccino prevede un giro d'affari enorme per una malattia che muterà se ci sarà una successiva ondata, meglio attendere e, se ci saranno nuovi e differenti casi, usare i farmaci efficaci se si prende la malattia e non usare un farmaco presunto (il vaccino appunto); 4) il covid è mortale per gli anziani e i deboli, individuiamoli e proteggiamoli, non distruggiamo l'economia; 5) Lancet ne ha da pensare per casa sua, senza venire a guardare a casa nostra; 6) la colpa della diffusione del covid-19 è della Cina comunista, Lancet lo metta in chiaro.

Abit

Gio, 18/06/2020 - 12:01

Non mi pare che Lancet abbia detto nulla di nuovo. Che la chiusura totale fosse necessaria subito era evidente. Solo a certi fessi che ci "sgovernano" non era chiaro!

fabio_

Gio, 18/06/2020 - 12:05

Se si vuole fare un'utile strategia preventiva, occorre ridurre la popolazione suscettibile di malattia grave, in particolare i soggetti affetti da "sindrome metabolica", con un processo infiammatorio cronico di base. In questi soggetti è arcinota l'efficacia preventiva dell'esercizio fisico, della sana alimentazione e della cessazione del fumo. Bene, le tabaccherie non sono mai state chiuse, i "runners" erano inseguiti dai droni ed ora i centri sortivi sono quelli che chiudono o comunque in maggiore difficoltà a riprendere, e l'indice di massa corporea sale di pari passo con quello della povertà e dell'immunodepressione che ne deriva. Chiederei al sig. Horton: quante vite si possono salvare ponendo attenzione e risorse in tutto ciò?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 18/06/2020 - 12:05

Ma questi sono matti. Se la prendano con la Cina e chiedano i danni a loro.La Cina ha camuffato i dati deliberatamente con l'appoggio dell'Oms,sul numero di morti effettivi e non dichiarati ed il virus che circolava da settembre dell'anno scorso,se non prima.

Calmapiatta

Gio, 18/06/2020 - 12:17

Ma anche i bambini lo avevano capito...Tranne Conte che, candidamente e disonestamente, afferma che "..rifarebbe le stesse cose".

Ritratto di anno56

anno56

Gio, 18/06/2020 - 12:19

Tutti sti scienziati prezzolati, prima guardino in casa loro. E' ormai assodato che le polmoniti anomale dell'autunno scorso erano indizi premonitori di covid (indizi sottovalutati da tutti) Il perché la variante europea del virus abbia colpito duramente la Lombardia ed alcune zone del nord Italia, è ufficialmente ancora un mistero, ne sono state dette tante ma al momento nessuna sembra più di tanto veritiera. L'Oms continua a parlare a vanvera, ognuno dentro in quei posti parla per sé, assomigliano sempre più a carrozzoni giganteschi super costosi e dall'utilità praticamente nulla, bene ha fatto Trump a volersene andare, per poi avere l'Unione Europea subito a piagnucolare. Il vaccino arriverà e servirà a qualcosa? Ai posteri l'ardua sentenza.

graffio2018

Gio, 18/06/2020 - 12:27

come mai Grillo girava con la mascherina già ad ottobre????

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 18/06/2020 - 12:29

Quelli di LANCET sono sempre gli stessi che l'altra settimana avevano cercato di far passare la balla della Clorochina dannosa nella cura contro il Covid-19.

popye

Gio, 18/06/2020 - 12:30

BRAVISSIMI!! tutti professoroni.....col senno di poi.

agosvac

Gio, 18/06/2020 - 12:30

Non capisco il motivo delle accuse all'Italia. Non è stata l'Italia ad infettare il resto del mondo, l'Italia è stata infettata né più né meno che il resto del mondo. Piuttosto spieghi questo scienziato inglese come mai il Regno Unito non è stato in grado di avere i risultati dell'Italia dove il virus è quasi scomparso. Magari i medici italiani che hanno strenuamente combattuto il virus sono migliori dei loro medici e scienziati, compreso lui stesso. La cosa strana è che in Italia il virus è diminuito solo dopo la riapertura e le movida di liberazione non durante la segregazione in casa. Questo dovrebbe fare pensare, anche se dubito che questo scienziato lo faccia.

SemprePiùBasito

Gio, 18/06/2020 - 12:41

Purtroppo l'Italia è partita in ritardo grazie ad un Premier presuntuoso e falso con tutto il suo cerchio magico ed ora ha anche la faccia tosta di negare tutto. Purtroppo non è vpòpntàdel popolo ma imposizione da chi dell'Italia se ne frega e vuole sostituire gli italiani con gli immigrati.

ulio1974

Gio, 18/06/2020 - 12:44

spero solo che la giustizia faccia il suo corso e chi deve pagare che paghi

Malacappa

Gio, 18/06/2020 - 12:53

E invece no, quelli che non hanno chiuso hanno avuto meno problemi che noi

giovanni235

Gio, 18/06/2020 - 12:58

Richard Horton,una cima di intelligenza superiore.Perchè lo dice ora e non ha suggerito di chiudere a metà Gennaio???

giangar

Gio, 18/06/2020 - 13:28

@Malacappa 12:53 - Ma come fa ad affermare una cosa del genere? Porti qualche esempio. Tutte le opinioni sono lecite, ma i numeri sono numeri. Vuol affermare che il lockdown non è servito ad evitare malati e morti? Tutti, chi prima chi dopo, hanno chiuso.

killkoms

Gio, 18/06/2020 - 13:31

a posteriori sono tutti saggi!

frabelli1

Gio, 18/06/2020 - 13:36

Quello che chiedeva Fontana e la regione Lombardia; chiusura totale e mascherine. Venivano derisi dal governo. Non ce lo dimenticheremo mai.

lucianidis

Gio, 18/06/2020 - 13:59

Frabelli: quei due non sapevano neanche che esisteva una legge del 23 Dicembre1978 numero 833 come candidamente ammesso da Gallera..altro che balle: in Lombardia hanno svenduto la sanità hanno eliminati le struttureterritoriali... IN VENETO NON HANNO FATTO QUESTE COSE!!...LEGGI ..LEGGI

Malacappa

Gio, 18/06/2020 - 14:24

giangar 12:53 esempi nuova zelanda,svezia,corea del sud,vietnam,danimarca,olanda,russia, il lockdown e'servito a distruggere l'economia come si spiega che noi italiani chiusi in casa e gli invasori fuori a scorazzare per il territorio, che sono immuni,tutti i morti sono morti di coronavirus non si muore piu'di altre patologie??????SGARBI HA RAGIONE

ricciardi_massi...

Gio, 18/06/2020 - 14:25

Fontana ha chiesto di chiudere le frontiere e gli hanno dato del razzista. Ha chiesto chiusure totali e lo hanno attaccato a sun di Milano non si ferma e Bergamo corre. Si è messo per primo la mascherina e lo hanno deriso. E lo gli stessi incapaci lo mettono in croce

anna.53

Gio, 18/06/2020 - 14:59

Quanta indulgenza nei confronti della Cina, vero Mr. Horton? Ma ha ragione sui ritardi rispetto a un ' "entità sconosciuta"... Quanti dei cosiddetto scienziati e olistici hanno allora ammesso "di non sapere nulla"? Sarebbe stato un ottimo punto di partenza... Ormai di piange... E ora basta con gli "ammonimenti"! Ne sapete soltanto' un pochino'di più del 31 gennaio...

giangar

Gio, 18/06/2020 - 15:09

@Malacappa 14:24 - Svezia? Cominciamo col dire che la Svezia ha comunque consigliato ai suoi cittadini di rimanere in casa, anche se non lo ha imposto. Bar e ristoranti erano aperti, ma vuoti ed i contraccolpi sull'economia non sono stati molto diversi rispetto agli altri paesi. E poi la Svezia, con un numero di abitanti un sesto dell'Italia ed una densità di popolazione di 20 abitanti per kmq, è comunque a circa 55.000 casi che, considerando il rapporto con la popolazione, fanno oltre 300.000 casi. La Danimarca ha fatto lockdown, anche se ha gradualmente riaperto prima di noi. Idem in Russia. La Nuova Zelanda è dall'altro capo del mondo ed, in quanto isola, gode di un naturale isolamento.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 19/06/2020 - 18:57

lucianidis Gio, 18/06/2020 - 13:59 della suddetta legge art. 6 comma b e...muto e rassegnato!!!