Bassetti e Viola: "Adesso basta con Astrazeneca"

I medici ora si oppongono ad AstraZeneca dopo la morte della 18enne per tromobosi e ne chiedono lo stop per i più giovani

Bassetti e Viola: "Adesso basta con Astrazeneca"

È caos sul vaccino AstraZeneca dopo i due casi di trombosi in Liguria. Una 18enne è morta a causa dell'evento accaduto a due settimane dal vaccino mentre una 34enne lotta ancora per la vita all'ospedale San Martino di Genova. Entrambe avevano ricevuto la dose del vaccino di Oxford del lotto Abx1506, sospeso l'8 giugno in via precazionale. Il dibattito sull'opportuità di somministrare il vaccino AstraZeneca ai soggetti under 60 è tornato di strettissima attualità e sono diverse le Regioni che in queste ore stanno valutando la possibilità di sospendere gli Open day per i giovanissimi con il preparato di Oxford, che nei giorni scorsi avevano fatto il pieno di adesioni da parte dei ragazzi. Antonella Viola, intervenuta a Otto e mezzo proprio a proposito del vaccino AstraZeneca, ha rilasciato dichiarazioni destinate a far discurere nei prossimi giorni.

Tenendo ferma la necessità di vaccinare quante più persone possibili e di non fermare la campagna vaccinale nel Paese, l'immunologa stavolta ha però preferito fare un passo indietro e non raccogliere il suggerimento di Lilli Gruber di fare un appello contro gli allarmismi. "Questa volta non me lo sento", ha detto Antonella Viola, facendo calare il gelo nello studio di Otto e mezzo. La morte di Camilla Canepa ad appena 18 anni dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca ha colpito tutti, anche la stessa immunologa: "Per me oggi è una giornata difficile. Io sono mesi che dico che il vaccino AstraZeneca non va somministrato alle donne giovani e oggi, con la morte della 18enne di Genova, per me è un fallimento personale".

Da qui nasce il suo appello, diverso rispetto a quello previsto dalla conduttrice del programma: "Questa volta voglio dire di non fare la seconda dose AstraZeneca. Perché se è vero che non ci sono dati su trombosi nella seconda somministrazione, è anche vero che ci sono pochissimi dati visto che in pochi hanno ricevuto due volte il siero". Antonella Viola non ha usato mezzi termini e ha chiesto con determinazione che non venga utilizzato il vaccino di Oxford per i giovani: "Bisogna avere il coraggio di dire che serve fare un altro vaccino e non AstraZeneca se si ha meno di 60 anni. Anche gli Open day vanno aboliti". Sconcerto in studio per le affermazioni di Antonella Viola, che da tempo si oppone alla somministrazione del vaccino di Oxford al di sotto dei 60 anni. Intanto anche Matteo Bassetti frena su AstraZeneca, ospite di Stasera Italia su Rete4: "A questo punto dobbiamo avere il coraggio di dire che Astrazeneca è un vaccino di cui possiamo fare a meno e puntiamo su quelli a Rmna".