Allarme legionella a Vicenza: sei persone ricoverate

Sono scattati controlli a campione negli spogliatoi delle piscine pubbliche di tutta la provincia. In alcune situazioni, i rilievi hanno restituito risultati preoccupanti

È scattato l'allarme legionella in provincia di Vicenza. Sei i casi registrati in poco tempo dall'Ulss 8. L’ultimo riguarda una donna di 88 anni ricoverata ora in rianimazione al San Bortolo, tra la vita e la morte. Prima di lei due donne di 48 e 70 anni residenti a Vicenza sono state infettate probabilmente in una doccia utilizzata a Tortoreto lido (Teramo) dove avevano trascorso una vacanza al mare. Colpiti anche una donna di 44 anni di Grumolo delle Abbadesse e due uomini, un 50enne di Altavilla e un 51enne di Caldogno.

Come riporta il Gazzettino, in tutta la provincia sono stati eseguiti controlli a campione che proseguiranno anche nei prossimi giorni, negli spogliatoi delle piscine pubbliche. In alcune situazioni, i rilievi hanno restituito risultati preoccupanti: immediata la notifica ai sindaci e ai gestori per procedere alla manutenzione e alla disinfezione di tubature e locali in modo da estirpare il batterio.

La legionella

Pochi giorni fa sono stati registrati 18 casi di persone colpite dal batterio a Bresso e due decessi. L'infezione si contrae quando si inala acqua contaminata e può dare luogo alla febbre di Pontiac che si risolve in 2-5 giorni o alla legionellosi che, nei casi più gravi, può addirittura essere letale.

Commenti

VittorioMar

Sab, 11/08/2018 - 17:10

..sono sempre i CONDIZIONATORI locali che irradiano il "BATTERIO" o sono i "PORTATORI SANI "??..dopo Milano ...ora Vicenza sempre al NORD...guarda caso...che strano...non si dicono le BUGIE...E' CATTIVA EDUCAZIONE ...!!!