Azzolina, ministro dei disastri. Questa volta rischia la poltrona

Graduatorie zeppe di errori: in arrivo ricorsi. E la Azzolina presto riceverà una diffida

Non è certo un bel momento per la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Da mesi ormai. Adesso è arrivato un altro pasticcio, che questa volta riguarda le graduatorie provinciali per le supplenze. I sindacati sono già al lavoro per dare battaglia e spedire una diffida al ministero dell’Istruzione. Che la situazione non fosse delle migliori si era già visto a fine luglio.

La Azzolina in mezzo alla tempesta

Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, ha spiegato perfettamente la situazione: "Sarebbe dovuta essere una rivoluzione copernicana destinata a migliorare di gran lunga il meccanismo delle nomine dei supplenti e, invece, si è rivelato un pasticciaccio brutto che sarà foriero di innumerevoli ricorsi". Un vero e proprio caos provocato da innumerevoli errori di sistema nell’inserimento online delle domande nelle graduatorie provinciali per le supplenze. Fra le principali anomalie segnalate dagli insegnanti precari, in seguito alla pubblicazione delle prime graduatorie, ci sono lauree inventate, punteggi titoli esagerati e anni di servizio sul sostegno inesistenti. Il sistema informatico è andato in tilt. In graduatoria ci sono persone prima scomparse e poi riapparse magicamente. In fase di elaborazione la diffida per la ministra Azzolina.

Un pasticcio dietro l'altro

Tanti i problemi emersi con la nuova procedura in vigore da quest’anno. A cominciare con l'affidamento della validazione delle istanze alle scuole polo, delegate appunto alla valutazione delle domande di ciascun candidato. Un bel problema per le segreterie visto che il numero delle istanze è notevole e devono anche pensare alla procedura standard necessaria per l’avvio del nuovo anno scolastico. Di Meglio ha sottolineato che la mole di lavoro è impossibile da affrontare, soprattutto considerati i tempi ristretti imposti dal ministero. Sono migliaia le domande pervenute che tocca ora esaminare. Il coordinatore della Gilda ha inoltre sottolineato che “proprio per non rischiare di sforare i tempi, il ministero dell'Istruzione non ha previsto la pubblicazione delle graduatorie provvisorie, negando così la possibilità di rettificare e integrare le domande. Un passaggio che invece sarebbe stato fondamentale proprio quest'anno per l'avvio del nuovo sistema informatizzato. Il risultato è che le istanze presentate contengono numerosi errori, molti dei quali commessi a causa dell'impostazione sbagliata assegnata in origine dal Ministero alle domande, e ciò farà proliferare i contenziosi".

Insomma, un bel pasticcio. Un altro a firma del governo. Senza dimenticare poi il problema dei lavoratori fragili che vanno a complicare ancora di più l’inizio travagliato dell’anno scolastico. Anche perché i ministeri del Lavoro e della Salute non si sono ancora espressi in merito. “E intanto le scuole hanno riaperto tra corsi per il recupero degli apprendimenti e collegi dei docenti" ha evidenziato Di Meglio. La ministra Azzolina rischia di ricevere denunce e lettere di diffida da ogni parte. Sul piede di guerra anche i genitori degli alunni disabili che stanno già preparando la denuncia per il governo. Mancano ormai pochi giorni all’inizio del nuovo anno scolastico e ancora non si sa nulla sull’avvio della scuola per i loro figli. Il 14 settembre si avvicina e, siamo sicuri, il ministero dell’Istruzione ci regalerà altre perle.

Infondato parlare di caos: le nomine entro il 14 settembre

Un comunicato stampa rilasciato nel pomeriggio dal ministero dell'istruzione spiega, o almeno cerca di farlo, come sia infondato parlare di caos. Secondo quanto si legge, il fatto di aver digitalizzato le Graduatorie provinciali per le supplenze, consentirebbe nomine più rapide e permetterebbe, in sede di valutazione delle domande presentate, di rilevare subito eventuali anomalie e dichiarazioni nulle. Come riferito, sono più di 753 mila gli aspiranti che hanno chiesto l’iscrizione nelle graduatorie, per una somma totale di 1.938.928 domande. Si legge inoltre che "tutte le richieste sono state valutate e hanno portato all’esclusione di quasi 40 mila domande che presentavano anomalie. La digitalizzazione ha consentito, ad esempio, di individuare più rapidamente la dichiarazione di titoli inesistenti da parte di alcuni aspiranti a garanzia di tutte e tutti coloro che, invece, hanno presentato correttamente la loro domanda".

L’Amministrazione scolastica, centrale e territoriale, starebbe facendo tutti i controlli necessari sui quasi 2 milioni di posizioni arrivate. E il numero di errori da rettificare sarebbe minimo rispetto alle domande valutate. Quindi, nel comunicato si legge che "parlare di caos appare, dunque, infondato, pretestuoso e fuorviante. Come ad ogni aggiornamento, data la mole di dati trattati, gli errori materiali dei singoli uffici sono prontamente rettificati seguendo la normale prassi amministrativa. Anche quelli segnalati alla stampa sono tutti casi già individuati e in via di risoluzione da ieri notte". In poche parole sono a buon punto e hanno permesso di modernizzare un sistema ventennale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di HARIES

HARIES

Mer, 02/09/2020 - 13:37

Nooooooooo... OOO!!! La Azzolina cade soltanto se cade il Governo! Ormai questo Governo è un tutt'uno. Hanno tante di quei "fucili" puntati dal Popolo che se non fanno muro, sono finiti all'istante. Solo un miracolo può salvarli... che il Covid sparisca improvvisamente.

Antenna54

Mer, 02/09/2020 - 13:41

Ora sul suo curriculum potrà aggiungere anche la carica di ministra, poi presenterà altra domanda quale aspirante preside ...vuoi mettere la soddisfazione?!?! Mandatela a lavorare che di danni ne ha già fatti abbastanza.

maxfan74

Mer, 02/09/2020 - 13:41

Ma cosa si aspettavano quelli che li hanno votati, che avrebbero salvato l'Italia con le competenze di un navigator.

scurzone

Mer, 02/09/2020 - 13:55

Ma non era un'invenzione della sinistra il Covid? Se non esiste perchè preoccuparsi? Manderemo i nostri figli a scuola senza problemi. Suvvia i genitori sono pronti a far causa alla scuola, non alle discoteche o ai bar dove i propri figli hanno convissuto tutta l'estate bevendo o peggio fumando di tutto di piu'.

tatoscky

Mer, 02/09/2020 - 14:16

Ma come? Ha diversi pezzi di carta, è plurilaureata.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 02/09/2020 - 14:19

Ormai, come tutti, conosco bene il viso della Azzolina, per cui la riconosco subito. Altro non so, ma comunque l’impressione non è favorevole: il compito assegnatole non fa per lei.

maurizio-macold

Mer, 02/09/2020 - 14:19

La campagna contro la ministro Azzolina e' fatta in TOTALE MALAFEDE. Non si puo' pretendere che in una situazione come quella ereditata con il corona virus si potesse fare il miracolo di sanare i disastri fatti dai precedenti governi in tema di scuola pubblica. La Azzolina sta facendo il possibile ed ha bisogno di aiuto e solidarieta', non di critiche a prescindere fatte, e lo ripeto, in totale malafede.

Malacappa

Mer, 02/09/2020 - 14:20

E basta con sto rischia cacciatela e punto

Ritratto di Adespota

Adespota

Mer, 02/09/2020 - 14:29

@scurzone: mi scusi ma l'ha letto l'articolo ? Qui si parla di direttive "disorientanti" l'amministrazione e l'organizzazione scolastica del tutto al di fuori dei problemi causati dal covid.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 02/09/2020 - 14:31

Visti i banchi-autoscontro, l'Azzolina come ministra sembra quella della scuola differenziata, cui dare l'insegnante di sostegno e l'ippoterapia.

scurzone

Mer, 02/09/2020 - 14:57

Adespota: l'organizzazione scolastica dell'anno scolastico 2020/2021 non può prescindere dal problema covid! E mi sembra sia l'unico problema che assilla i genitori! L'articolo l'ho letto e non dice nulla di nuovo.

gianf54

Mer, 02/09/2020 - 15:03

Quando i 5 poltrone si decideranno a spedirla a casa, sarà sempre troppo tardi. Si sapeva che con le graduatorie sarebbe finita a carte 48...!!!

27Adriano

Mer, 02/09/2020 - 15:18

Vedrete che sarà proposta alla presidenza della repubblica!!

Indifferente

Mer, 02/09/2020 - 15:49

Poverina, lei fa ciò che le dicono di fare. Credete davvero che decida qualcosa? Poi apre bocca e causa il caos. Se il sistema informatico è pietoso (a proposito è sempre predisposto dai soliti incompetenti?), i c.d. Poli non rescono a smaltire le pratiche (avranno accesso ai dati per verificare le dichiarazioni dei candidati? ne dubito) e che i super commissari non riesconoa consegnare banchi, gel e mascherine, che può farci? Si dimette e mettono su un altro burattino..

Raffaello13

Mer, 02/09/2020 - 15:57

@Maurizio Macold: i disastri prodotti dalla Azzolina NON sono dovuti al Coronavirus, perchè nessuno può pretendere la panacea contro questo Male Inconenibile, ma dei Danni prodotti da una gestione assolutamente INCAPACE di Coordinare alcunchè, CREANDO il CAOS nei Decreti, stabilendo una Nuova Procedura (rispetto al recente passato) Senza assicurarsi che i Soggetti Amministrativi incaricati fossero Istruiti e Pronti Materialmente ad eseguirli, con un NUOVO SOFTWARE, come al solito Carente ed Impreciso (vista la Novità...) mancano le possibilità di Controllo Titoli rettifica, di pubblicazione Provvisoria (=opacità) ed illeggittimità. Pressapochismo e inadeguatezza sulla pelle di migliaia di Insegnanti. Solo protagonismo da Social senza costrutto.

Raffaello13

Mer, 02/09/2020 - 16:03

Nuove procedure caotiche per Graduatorie Incontrollate e piene di errori (ingiustizie), confusione nelle responsabilità di conduzione delle lezioni, milioni sperperati per fornire seggiolini con leggio, al posto di schermi, che poi vengono richiesti. Niente grosse ristrutturazioni (solo chiacchiere). Un Ministro che NON amministra correttamente il suo ministero come si definisce?

giangar

Mer, 02/09/2020 - 16:11

Gli attacchi e le ironie quotidiane sulla Azzolina ormai sono qualcosa di talmente stucchevole che nessuno ci crede più. In tanti cominciano a guardare con simpatia a questa donna che sta lottando con tutte le sue forze per far ripartire il più complesso sistema che esista in Italia, con un altissimo numero di entità coinvolte, spesso con interessi ed opinioni diverse. Intanto è riuscita a mettere tutti intorno ad un tavolo e a far approvare al'unanimità a tutte le Regioni, anche quelle a guida cdx, tutta una serie di protocolli di sicurezza. Graduatorie con errori, carenze di insegnanti di sostegno sono problemi che si verificano ogni anno. Bene ha fatto Feltri a scusarsi pubblicamente, a nome della redazione del suo giornale, per tutti gli insulti che le sono stati rivolti.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 02/09/2020 - 16:30

Per quanto facciano finta di niente, ormai anche quelli della maggioranza si sono resi conto che è incapace, persino arrogante e supponente!

lavitaebreve

Mer, 02/09/2020 - 16:51

LA MINISTRA VADA A SCUOLA DA CETTO LAQUALUNQUE.

Iacobellig

Mer, 02/09/2020 - 16:52

Ci si improvvisa ministro senza vergognarsi di non essere capace e competente per il ruolo, tanto in Italia, pensa, così fan tutti ( v. Di maio Conte e altri) basta prendere stipendio e potere.

Ilsabbatico

Mer, 02/09/2020 - 16:56

Mi spiace ma è il peggiore ministro dell'istruzione che abbia mai avuto il paese. Io non le darei neanche la presidenza di una scuola professionale di cucito.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 02/09/2020 - 17:10

Un esercito di studenti in festa per il rientro regolare a scuola vi seppellirà

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 02/09/2020 - 17:46

Poveraccia, bersagliata da tutti, sarebbe interessante sapere come ha ottenuto quella poltrona.

Gilgamesh1000

Mer, 02/09/2020 - 17:47

Forse la Azzolina sarà anche il ministro dei disastri. Ma battere gli ex Trenta e Toninelli è una missione impossibile per chiunque.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 02/09/2020 - 17:54

Qualche tempo fa in un talk show serale, un famoso giornalista asserì "non smentito" che al mondo solo l'esercito popolare cinese ha più dipendenti del Ministero della Pubblica Istruzione italiano. Mi chiedo e chiedo, possibile che in questa sciagurata nazione i sinistri non abbiano trovato una persona adeguata a presiedere tale importantissimo ministero?

Seawolf1

Mer, 02/09/2020 - 18:11

macchè...questa sta bella imbullonata alla poltrona...metodo grillino...

Calmapiatta

Mer, 02/09/2020 - 18:18

@maurizio-macold concordo con la prima parte...dissento completamente sulla seconda. La ministra Azzolina sta viaggiando sulla stessa falsa riga di chi l'ha così infaustamente preceduta. Prototipo di tangibile incompetenza.

Yossi0

Mer, 02/09/2020 - 18:19

ma costei non ne acchiappa una manco per sbaglio

Robdx

Mer, 02/09/2020 - 18:21

Maurizio magold parli di critiche fatte a prescindere?guardi che il covid c’è anche in Svizzera e Francia ed in questi paesi le scuole è dal mese di maggio che sono aperte senza banchi con rotelle e senza mascherine.La Azzolina è semplicemente un’incapace che dovrebbe tornare ad un ruolo a lei più consono

maurizio-macold

Mer, 02/09/2020 - 19:07

Signor ROBDX (18:21), nei paesi da lei citati non hanno avuto ministri dell'istruzione come la Gelmini e soci. Sulle capacita' della Azzolina aspetterei a dare un giudizio, in fondo la scuola ancora non e' iniziata.