Il siluro di Gerry Scotti: "Non basta disegnare le strisce..."

Arrivano bordate inaspettate a Palazzo Marino: anche Gerry Scotti si è scagliato contro Beppe Sala per la gestione della viabilità ciclabile

Il siluro di Gerry Scotti: "Non basta disegnare le strisce..."

Il sindaco di Milano sta dando seguito ai proclami sulla pedonalizzazione e sul miglioramento delle corsie destinate alle biciclette nel capoluogo lombardo. Tuttavia, le misure prese dal primo cittadino non sembrano piacere ai suoi concittadini, che da mesi convivono con i disagi legati ai lavoro per la realizzazione delle piste. Il che significa aumento del traffico cittadino e code. Inoltre, in molti punti le ciclabili presentano alcune criticità che a detta di molti milanesi non le rendono perfettamentre fruibili e non sono pertanto un lavoro da considerarsi valido nell'ottica dell'implemento delle misure per la cicloviabilità cittadina. Tra chi la pensa così c'è anche Gerry Scotti, che a Chi vuol essere milionario ha lanciato una frecciatina, nemmeno troppo velata, a Beppe Sala.

Durante l'appuntamento serale con uno dei quiz più famosi della nostra televisione, una delle domande per uno dei concorrenti verteva proprio sulle città più bike-friendly d'italia, ossia quelle che hanno messo a punto misure valide per facilitare e incentivare la mobilità su due ruote. In questo senso, benché l'Italia stia provando ad avanzare e ad allinearsi con le capoliste d'Europa, appare evidente che nel nostro Paese ci sia ancora molta strada da fare per raggiungere le città più virtuose del Continente. In cima alla lista c'è Amsterdam, per esempio, ma anche Copenaghen è considerata una città virtuosa per la mobilità ciclabile.

In Italia non è Milano la città migliore in tal senso ma è Ferrara, che può vantare ben 150 km di pista ciclabile, che corrispondono a circa 1,14 metri per ogni cittadino. Una media che si avvicina a quella europea e che è ben lontana da quella di Milano, che sta ancora lavorando in tal senso tra le polemiche. E sono proprio queste quelle sulle quali ha fatto leva Gerry Scotti nel suo programma. Gli incidenti e i disagi della città meneghina sono sotto gli occhi di tutti quelli che transitano per il suo centro, dove ormai la viabilità è fortemente condizionata dai lavori in corso e dalla nuova segnaletica, che ha di fatto ristretto le corsie percorribili in auto.

"Non basta disegnare delle strisce per terra per favorire le biciclette. Faccio un po’ il Del Debbio della situazione…", ha stuzzicato Gerry Scotti, citando il giornalista di Dritto e Rovescio che da anni si occupa di questgi temi. Una bordata in piena regola quella del conduttore pavese, solitamente sempre moderato e mai poloemico, che evidentemente non sta apprezzando le modalità con le quali il sindaco di Milano sta gestendo la situazione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti