Le mascherine di Arcuri? Ferme e ancora imballate Perché non sono utili

Dopo la scoperta di non conformità di alcuni lotti di mascherine FCA, Striscia ha trovato milioni di mascherine già finanziate ma ferme nei magazzini perché FCA ha saturato il mercato

Da qualche settimana, Striscia la notizia si sta occupando del caso delle mascherine FCA distribuite nelle scuole italiane. A partire da settembre sono stati tanti i genitori che si sono lamentati della scarsa qualità dei dispositivi di sicurezza distribuiti nelle scuole. I bambini e i ragazzi hanno lamentato in più di un'occasione un cattivo odore proveniente dalle mascherine e in alcuni casi ci sono stati anche dei malesseri. Questo non può essere un indicatore valido per valutare l'efficacia delle mascherine ma partendo da questo il programma satirico di Canale5 ha condotto un'indagine, scoprendo che le mascherine di Stato, distribuiti con il logo della presidenza del Consiglio, non sono conformi alle linee guida. Inoltre, in un altro servizio, Striscia la notizia ha riportato anche la protesta di alcuni produttori.

Moreno Morello ha raccolto la testimonianza di diversi produttori che diversi mesi fa sono stati finanziati dallo Stato per produrre mascherine destinate alla distribuzione da parte delle istituzioni. Comprensibile il loro disappunto nel scoprire che alcuni lotti di mascherine prodotte da FCA negli stabilimenti di Torino Mirafiori, su commissione di Domenico Aruri, non siano conformi alle indicazioni che, invece, sono state loro imposto. Ma c'è di più, perché nei loro magazzini ora giacciono interi pallet invenduti di dispositivi di sicurezza perché la produzione FCA soddisfa interamente il fabbisogno nazionale. Uno dei piccoli imprenditori "assoldati" dallo Stato per la produzione di mascherine anche grazie al finanziamento al 75% a fondo perduto di Invitalia, ha mostrato nei suoi magazzini le materie prime per la produzione di 3 milioni e mezzo di mascherine a norma che non verranno mai prodotte. "A maggio abbiamo iniziato a produrre e commercializzare ma a settembre si è bloccato tutto. L'FCA ci ha saturato il mercato e quindi 3 milioni e mezzo di mascherine, già finanziate da Invitalia, rimangono ferme qua", ha detto uno dei 127 imprenditori scelti a maggio per la produzione di mascherine di Stato.

Ma c'è anche chi è meno fortunato e non ha nemmeno ottenuto i finanziamenti Invitalia: "Abbiamo investito oltre 1 milione e mezzo di euro, realizzando prodotti certificati e rispettando la normativa vigente. Avevamo diversi clienti della pubblica amministrazione, che attualmente non acquistano più. Sarebbe mortificante, dopo tutti gli sforzi fatti per produrre dispositivi a norma, prendere atto che le mascherine denunciate nel vostro servizio non lo sono". Il servizio al quale fa riferimento l'imprenditore è andato in onda qualche giorno fa e si basava sui test effettuati su alcune confezioni distribuite nelle scuole. "Nei due lotti i test hanno rivelato una capacità di filtrazione rispettivamente del 67% e del 77%, decisamente inferiore quindi al 95% previsto dalla legge. Anche il coefficiente di respirabilità è risultato anomalo con un valore di 52,6 Pa/cm², dato che per legge deve essere inferiore a 40 Pa/cm²", si legge nel comunicato stampa del programma. Ma non è questa l'unica anomalia, perché, come spiega Striscia la notizia, "qualche perplessità arriva anche dalla “validazione” garantita dall’Istituto Superiore di Sanità alle mascherine messe in commercio. Il motivo? L’ente non effettua test aggiuntivi e concede la sua certificazione solo sulla base dei documenti che le aziende stesse inviano".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 16/12/2020 - 12:05

Eh si una vergogna, mica come le maschere pannolino adottate in primavera della giunta fontana, mirabile esempio di riciclo italico ...

amedeov

Mer, 16/12/2020 - 12:18

report e qualche magistrato non hanno niente da dire? Perchè non indagano su questo spreco di denaro pubblico?

cgf

Mer, 16/12/2020 - 12:27

La Corte dei Conti non richiede AI SINGOLI SOGGETTI COINVOLTI un risarcimento per danno erariale come minimo pari all'importo del materiale, lo stoccaggio e la distruzione?

SemprePiùBasito

Mer, 16/12/2020 - 12:48

State certi che nessun Magistrato mai si muoverà ne la Corte dei Conti procederà contro il flop di questa gestione penso che non sarebbe male una class action fatta dal popolo verso questo gestore di nullità a spese nostre. Arriviamo ai giorni del vacino e ne vedremo delle belle.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 16/12/2020 - 12:56

... ma a lui vengono dati nuovi incarichi ed è superpagato ... ... ... e Mattarella ? ZITTO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Giorgio5819

Mer, 16/12/2020 - 13:05

Mattarella parla di "serietà", finge di essere stanco dei disastri che emergono ogni giorno, ma é tutta manfrina. Abbiamo pagato NOI ITALIANI queste mascherine inutili, doppio danno, soldi spesi e mascherine da buttare, questa é la serietà dei pagliacci di questo governo. Le metteremo insieme alle mascherine fantasma di zingaretti.

Giorgio5819

Mer, 16/12/2020 - 13:06

Per una TRUFFA di questo genere serve la galera, altro che organizzare le vaccinazioni anti-covid....

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 16/12/2020 - 13:29

Adesso chi risarcisce?.

Nes

Mer, 16/12/2020 - 13:56

Se questi danni li avrebbe fatto un politico di destra sarebbe stato massacrato dalle sinistre

barbarablu

Mer, 16/12/2020 - 14:06

sapete che le mascherine prodotte da fca e non a norma sono distribuite nelle scuole ai nostri bimbi????

venco

Mer, 16/12/2020 - 14:21

E le 800 milioni di mascherine acquistate in Cina per 1,3 miliardi di euro, cioe più di 1,5 euro caduna, che fine hanno fatto?

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 16/12/2020 - 14:55

Tanto pagano gli italiani

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 16/12/2020 - 14:56

Ha fatto i Pastrocchi per ordinar le mascherine e secondo voi è in grado di fare il piano per le vaccinazioni???!?!?!

erotte1

Mer, 16/12/2020 - 14:58

mi chiedo perchè in tutti i programmi tv e sui giornali tutti affermano che le mascherine per le quali sono stati pagati 70 milioni di tangente sono state pagate 55 centesimi cadauna ma 800 milioni di mascherine fanno 440 milioni e non 1 miliardo e 200 milioni come viene sempre riportato?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 16/12/2020 - 16:14

Faceva prima a chiedere le maschere di Zorro.

ROUTE66

Mer, 16/12/2020 - 16:38

E 2: DOPO LE SIRINGHE AD UN EURO,LE MASCHERINE LASCIATE A MARCIRE. Ma niente paura,il BELLO DEVE ANCORA ARRIVARE,aspettiamo con ansia L"INIZIO delle VACCINAZIONI

arieccomi

Mer, 16/12/2020 - 16:43

E poi si indaga la Pivetti e a arcuri cosa dovremmo fargli?

pasquino38

Mer, 16/12/2020 - 16:55

Beh, se la notizia è stata data in TV, e quindi è di pubblico dominio, mi sembra che qualche Procura dovrebbe aprire un'inchiesta. o no?

arieccomi

Mer, 16/12/2020 - 16:57

Alcuni parlano di risarcimento che mai il singolo che ha sbagliato sarà in grado di effettuarlo. Non perché arcuri non abbia colpe o responsabilità nella gestione della pandemia. Ma sarebbe da chiedere anche a Renzi i 380 milioni di euro dell’aereo di stato pagato all’Ethiad il cui valore era 6 milioni di euro.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 16/12/2020 - 17:07

Beh è semplicemente una vergogna.

paco51

Mer, 16/12/2020 - 17:16

arieccomi: se li mettiamo tutti in fila e ricuperiamo da TUTTI, possiamo smettere di pagare le tasse a vita! certo che gli aerei costano ma danno non solo lustro anche fama!

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Mer, 16/12/2020 - 17:45

Nel migliore dei casi si può dire che è uno spreco di denaro pubblico (tanto, chissenefrega, mica sono soldi miei), tuttavia a pensar male si fa peccato, però...

CATTIVIPENSIERI

Mer, 16/12/2020 - 17:57

@Nahum, ma voi sinistrati un minimo di onestà intellettuale mai? A primavera si usava quello che si poteva. Eravamo invitati a mettere anche solo fazzoletti o sciarpe. Questo perchè il TUO governo non sapeva da che parte girarsi. Il TUO ministro Di Maio si vantava di aver venduto mascherine alla Cina, come fosse il napoletano che agli autogrill ti rifila i "pacchi". In piena pandemia. O che millantava di andare a prenderci con la forza le mascherine bloccate in Turchia. Prova col pesce. Per la memoria fa miracoli.

Dordolio

Mer, 16/12/2020 - 18:07

Quoto cattivi pensieri e sottolineo la disonestà intellettuale di Nahum. Nel periodo a cui lui fa riferimento, in mancanza di meglio consigliavano anche semplici sciarpe sul viso, lo ricordo perfettamente. E all’epoca le prima mascherine minimamente professionali erano tutto grasso che cola, come si dice....

ilrompiballe

Mer, 16/12/2020 - 19:09

Tuttora in giro (e in commercio) si vede di tutto, il che la dice lunga sulla gestione di questa epidemia : dalle mascherine non certificate, ai medici che visitano per telefono, al vaccino antinfluenzale latitante, ai "ristori" che sanno di bicchiere d'acqua fresca. Per carità !

Giorgio5819

Mer, 16/12/2020 - 19:09

Spariti nel nulla tutti i commentatori sinistrati...