Australia, surfista 17enne uccisa da uno squalo

Una ragazza di 17 anni è stata sbranata a una gamba da uno squalo mentre faceva surf in Australia: è morto poco dopo l'arrivo in ospedale

Australia, surfista 17enne uccisa da uno squalo

È stata aggredita mentre faceva surf da uno squalo sotto gli occhi della madre e delle due sorelline che si trovavano nella spiaggia ma Laeticia Brouwer chiamata da tutti Teesh è morta a soli 17 anni.

Si trovava nei pressi di una rinomata spiaggia vicino a Esperance, in Western Australia, 700 km a sud di Perth. Era insieme alla famiglia, amante dell'oceano. Il padre stava proprio surfando con lei ed è stato proprio lui a portare la ragazza a riva. È stata immediatamente soccorso ma a causa delle condizioni critica è morta poco dopo l'arrivo in ospedale. È stata sbranata a una gamba e ha perso immediatamente molto sangue.

"Le circostanze dell’attacco erano piuttosto orribili, ma i volontari e i servizi di emergenza sono stati veloci a rispondere. Purtroppo nonostante i loro migliori sforzi, la ragazza è venuta a mancare ieri sera", ha detto alla radio nazionale Abc il sergente della polizia Ben Jeffes. La famiglia è distrutta da ciò che è capitato ma sono confortati dal fatto che Laeticia sia morta facendo ciò che amava davvero.

Commenti