Australia, un uccello la colpisce mentre è sulle montagne russe

È accaduto in un parco divertimenti in Australia, dove una ragazza, durante il suo giro in giostra, è stata colpita in faccia a una velocità di 115 chilometri orari. La giovane non ha riportato traumi, ma solo qualche graffio di becco alla spalla destra

Nelle primissime sequenze del video che la riprende sulle montagne russe, ha un'espressione sopresa e, a tratti, spaventata. Come accade a chiunque salga sulla giostra famosa in tutto il mondo. Eppure, dopo qualche secondo, a spaventare davvero la ragazza (e probabilmente a farle male) un volatile che le ha preso, in pieno, il volto. A una velocità di circa 115 chilometri orari.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, è accaduto nel Queensland, in Australia. Protagonista della strana avventura, una giovane donna che si stava divertendo a bordo di una delle attrazioni dell'HyperCoaster, all'interno del parco divertimenti Movie World di Gold Coast. Nel video, ripreso dalle telecamere poste a bordo della giostra, si nota subito la raazza urlare per la velocità e le evoluzioni del convoglio, su cui è seduta insieme a un ragazzo. Poi all'improvviso il labbiale inequivocabile.

Secondo quanto riportato da un profilo Facebook (probabilmente collegato al parco divertimenti), la giovane, di nome Paige, sarebbe stata colpita da un ibis mentre si trovava sul sedile anteriore. Una volta scesa, avrebbe ripotarto un graffio di becco sulla spalla destra e qualche piuma. Spaventata e leggermente contusa, la ragazza non avrebbe riportato traumi e sarebbe in buone condizioni di salute.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Divoll

Mar, 30/07/2019 - 22:26

Spero che il povero uccello non si sia fatto nulla.

dagoleo

Mar, 30/07/2019 - 23:22

non mi piace l'articolo. non sarebbe più giusto dire: un povero Ibis che se ne volava tranquillino colpito da ragazza. perchè non vi sincerate delle condizioni del povero volatile? sarà anche lui parecchio spaventato non credete?