Bimbo cade dal balcone della casa per migranti

Un bimbo di cinque anni è caduto dal balcone di un alloggio Sprar di Montesilvano. I carabinieri stanno indagando sulla vicenda. Il piccolo non è in pericolo di vita

Cade dal balcone e si ferisce. Un bambino di cinque anni è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Pescara ma non sarebbe in pericolo di vita.

Una terribile vicenda di cronaca dell'ultima ora che ha tenuto tutti col fiato sospeso per molte ore. Il tragico episodio è avvenuto ieri sera, a Montesilvano, ridente cittadina in provincia di Pescara.

L' innocente vittima è uno straniero residente nel piccolo comune abbruzzese dove alloggia, insieme alla famiglia, in un complesso locale di alloggi Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

Stando ad una prima ricostruzione della vicenda, al momento della rovinosa caduta, il bambino sarebbe stato in casa con il papà e la sorellina più piccola. La madre, invece, era via per commissioni. L'unica informazione certa al riguardo, ad oggi, è che il piccolo sarebbe precipitato dopo essersi sporto incautamente dalla finestra fino a precipitare per qualche metro sul piazzale antistante lo Sprar.

Soccorso dal 118 con l'ambulanza medicalizzata, il ragazzino è stato trasportato nel vicino ospedale in codice d'emergenza. Presso la struttura sanitaria, si sono recati immediatamente i carabinieri per accertamenti sul caso ed escludere quindi l'eventualità di un atto colposo. Da una ricostruzione preliminare della vicenda, è stata accantonata l'ipotesi di un atto volontario da parte di terzi ma si continua ad indagare sui fatti.

Quanto alle condizioni del bambino, gravissime al raggiungimento del pronto soccorso, sarebbero già in netto miglioramento. I medici dell'ospedale hanno riferito che sarebbe non sarebbe in pericolo di vita ma avrebbe riportato fratture severe, specie ad una gamba e ad una costola.

Intanto, i militari dell'Arma si sono recati sul luogo dell'accaduto per perlustrare l'abitazione e fare luce sulle modlità della caduta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.