Banda di ladri fa esplodere un postamat ma fugge senza soldi

Il denaro è andato completamente distrutto a causa del'incendio dello sportello. Il fatto è successo a Verona

Hanno fatto esplodere un postamat e sono stati costretti a fuggire a mani vuote. Una rapina finita male quella avvenuta a Verona la scorsa notte. I malviventi hanno infatti visto bruciare 70 mila euro, tanto era il denaro caricato nello sportello automatico.

Come riferisce Verona Sera, il boato ha fatto sobbalzare il quartiere di Borgo Roma. Verso le 4 del mattino è arrivato al centralino del 113 il segnale che era stato manomesso il postamat. Anche un cittadino della zona ha avvertito gli agenti e li ha informati di aver sentito una forte esplosione che proveniva dalla strada. Quando si è affacciato a vedere cosa fosse successo, l’uomo ha visto un’automobile scura di grossa cilindrata che si allontanava dal quartiere. Quindi sono intervenuti i poliziotti che hanno trovato lo sportello incendiato e hanno immediatamente chiesto l’intervento dei figli del fuoco. Poi è arrivata la polizia scientifica per i rilievi e anche i responsabili dell’ufficio postale.

Dalle prime ricostruzioni, sembra che il postamat sia stato fatto saltare attraverso il sistema della “marmotta”. L’esplosivo viene infilato all’interno di una delle fessure dello sportello, che era stato caricato poco prima con 70 mila euro. Nello scoppio le cassette contenenti il denaro si sarebbero distrutte, costringendo così i banditi a fuggire a mani vuote.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.