Bari, accoltellato 18enne dopo una lite tra due associazioni culturali

Si tratta di musicisti e teatranti che si contendono il ruolo da protagonisti nella manifestazione in onore del santo patrono, San Nicola

Bari, accoltellato 18enne dopo una lite tra due associazioni culturali

Un banale litigio fra associazioni culturali sfocia in dramma con un ragazzo di appena 18 anni accoltellato a Bari. La notizia ha dell'incredibile, a maggior ragione perché a fronteggiarsi sono state la «Militia Sancti Nicolai» e la «Timpanisti Nicolaus Barium», composte da musicanti, percussionisti, figuranti, sbandieratori e teatranti impegnati ad organizzare iniziative durante i festeggiamenti del patrono del capoluogo pugliese, San Nicola. A darne notizia è il quotidiano regionale "La Gazzetta del Mezzogiorno". Alla base della contesa, regolata col coltello, c'è il ruolo che le due associazioni devono avere durante le rappresentazioni storiche. Chi conta di più? Il primo gruppo, la "Militia" è il primo in ordine di tempo e ha il crisma dell'ufficialità riconosciuto dalla Basilica di San Nicola per le manifestazioni in onore del vescovo di Myra protettore di Bari. Il secondo gruppo, invece, è una costola del primo. È nato successivamente. Creando, così, una frattura ora diventata vera e propria guerra con tanto di "faida". Ad essere coinvolti, anche i componenti più giovani delle due associazioni.

Chi ha, infatti, accoltellato il 18enne è addirittura un 20enne, membro di una nota famiglia di Bari Vecchia, assurta agli onori della cronaca per questioni, pare, di contrabbando. Fuggito, l'accoltellatore è stato subito rintracciato dagli agenti di polizia. Il ragazzo ferito alla coscia, invece, è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico di Bari e guarirà in circa venti giorni.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica