Bari, botte e insulti ai bambini autistici e disabili: in arresto 4 educatrici

Le violenze fisiche e verbali in un centro di Bari: a subirle nove minorenni, tra i 7 e i 15 anni

Quattro educatrici di in centro per ragazzi autistici e disabili sono state arrestate e si trovano ai domiciliari perché accusate di maltrattamenti a nove minori in cura nella struttura.

I fatti sono accaduti nel centro di riabilitazione "Istituto Sant'Agostino di Noicattaro", in provincia di Bari, dove le donne si occupavano di percorsi educativi e riabilitativi di minori affetti da autismo e altre disabilità mentali.

L'attività d'indagine, svolta dalla Stazione Carabinieri di Noicattaro e coordinata dalla Procura della Repubblica di Bari, è stata avviata nel mese di ottobre 2018 quando una dipendente del centro ha riferito all'Arma di aver assistito a comportamenti violenti e vessatori da parte di alcune educatrici nei confronti di minori affetti da autismo.

I militari hanno verificato un centinaio di episodi di maltrattamenti. In particolare sono emerse condotte reiterate di minacce, insulti e violenze fisiche verso nove minori, di età compresa tra i 7 e i 15 anni, tutti affetti da gravi forme di autismo e pertanto impossibilitati a comunicare le violenze subite.

Commenti

Holmert

Sab, 12/01/2019 - 12:10

Educatrici o persone messe là da tutor politici? Per fare certi "mestieri" ci vuole una determinata indole dotata di estreme pazienza. Bisogna poi formare personale per renderlo capace di operare in tutta calma e sapendo quello che si sta facendo. Ora, specie le giovani leve, sono intolleranti a tutto, figuriamoci il lavorare con persone autistiche,del tutto avulse dalla realtà e patologicamente autonome. Non è un lavoro qualunque, ma di grande delicatezza. Bisogna fare attenzione a chi si assume e finirla con le spinte politiche o che altro. E POI CI LAMENTIAMO.