Blitz nella comunità: sequestrato bimbo di due anni

I due, arrestati, si trovano nelle carceri di Trani e di Bari

Avrebbero sequestrato un bambino di due anni in precedenza affidato a una struttura socio-assistenziale per minori di Molfetta, una cittadina di circa 60mila abitanti in provincia di Bari. Due persone, una coppia, sono state arrestate, ieri, dalla polizia, nell'ambito di un'operazione denominata 'Check-Point'. non sono gli unici ad essere coinvolti nella vicenda. Altre tre persone sono state deferite all'autorità giudiziaria. Sono tutti di nazionalità italiana. A gennaio, durante la normale attività di presidio del territorio, una pattuglia della polizia aveva fermato per un controllo stradale una smart con a bordo un uomo ed una donna ed un minore il quale risultava sprovvisto di documento d'identità. Dello stesso, dichiarato nipote della coppia, erano stati forniti verbalmente i dati anagrafici. Tramite ulteriori accertamenti effettuati presso la Procura di Bari, si è scoperto che il piccolo era scomparso dalla struttura socio-assistenziale pugliese nel maggio 2017. Il responsabile della comunità ne aveva denunciato la sparizione. Si è scoperto, quindi che le generalità del piccolo, fornite a voce dalla coppia al posto di blocco della polizia, erano false. Sono stati avviati anche pedinamenti e controlli. Il 31 gennaio scorso è stata eseguita una ispezione nell'abitazione della donna e si è accertato che il bimbo, in auto con la donna al momento del controllo, risultava scomparso. In casa c'erano soltanto i suoi effetti personali. Pertanto, avendo fondato motivo di ritenere che si trattasse di un sequestro di persona, è partita una attività di intercettazione telefonica delegata dalla Procura della Repubblica. I poliziotti sono venuti a sapere che da Bari il minorenne era stato portato a Napoli, dove è stato nascosto per alcuni giorni. Poi è ritornato a Bisceglie, in provincia di Barletta-Andria-Trani, luogo in cui il 6 febbraio è stato rintracciato da personale della sezione della di polizia giudiziaria della polizia locale, insieme ai carabinieri della tenenza di Bisceglie. In quella circostanza, la persona che custodiva il minore è stata arrestata anch'essa per sequestro di persona, mentre il minorenne è stato affidato alla struttura socio-assistenziale protetta, dove tuttora si trova. Nei giorni successivi, proseguendo l'attività investigativa, si sono accertate le condotte criminose della coppia arrestata e anche il coinvolgimento di altre tre persone per aver favorito il reato di sequestro di minore. Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite questa mattina a Palo del Colle e Bari, dove i due avevano le rispettive abitazioni. Per i due permane inoltre l'accusa di sottrazione di minore ipotizzata lo scorso anno. Ora i due si trovano nel carcere di Bari e Trani.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.