Stupra moglie al termine di una lite, figlia chiama carabinieri e lo fa arrestare

A dare l'allarme è stata la figlia della coppia, che ha composto il numero unico per le emergenze dopo che la madre si era confidata con lei. Grazie alla denuncia sporta dalla vittima, i carabinieri hanno potuto arrestare il responsabile

Stupra moglie al termine di una lite, figlia chiama carabinieri e lo fa arrestare

Dal comune di San Giorgio del Sannio (provincia di Benevento) arriva la notizia dell'ennesimo caso di violenza commessa fra le pareti domestiche. A finire dietro le sbarre con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale è un uomo del posto, fermato dai carabinieri della compagnia locale accorsi presso l'abitazione subito dopo aver ricevuto la segnalazione da parte della stessa figlia dell'arrestato e della vittima.

I fatti, secondo quanto riferito dai quotidiani che hanno riportato le poche informazioni rilasciate dagli inquirenti, si sono verificati nel corso della tarda serata di venerdì 17 aprile. Tutto ha avuto inizio quando al numero unico per le emergenze è arrivata la richiesta d'intervento di una giovane residente in un'altra regione. Preoccupata e sconvolta, la donna ha spiegato ai militari che sua madre le aveva appena confidato di essere stata aggredita dal marito poche ore addietro. Al termine di un furioso litigio, l'ultimo di una lunga serie, l'uomo l'aveva infatti assalita e poi addirittura costretta a subire un rapporto sessuale. Solo dopo aver superato lo choc iniziale, la vittima aveva trovato il coraggio di telefonare alla figlia per confidarsi e raccontarle l'accaduto.

Venuti a conoscenza dei fatti, i carabinieri si sono immediatamente attivati per soccorrere la donna. Nel corso della stessa notte, dunque, hanno raggiunto l'abitazione dei due coniugi e chiesto di entrare. Assistita dai militari, la vittima è stata affidata ai sanitari del 118, sopraggiunti in ambulanza dopo aver ricevuto la richiesta di intervento degli uomini dell'Arma. Visitata e medicata sul posto, la donna non ha fortunatamente riportato serie conseguenze fisiche, e non ha avuto necessità di essere trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Benevento. Una volta ripresa, ha pertanto deciso di salire a bordo di una delle gazzelle dei carabinieri per essere accompagnata al comando di San Giorgio del Sannio. Qui la donna ha finalmente trovato la forza di denunciare il marito, raccontando di subire oramai da tempo violenze ed angherie di ogni genere.

Gli stessi carabinieri riferiscono di essere da tempo a conoscenza della grave situazione della coppia, già più volte finita al centro della loro attenzione per degli episodi di maltrattamento. Grazie alla formale denuncia sporta dalla vittima, i militari sono potuti intervenire, arrestando il soggetto con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale. L'uomo si trova ora ristretto dietro le sbarre della casa circondariale di Benevento, come disposto dal sostituto procuratore della Repubblica.

Commenti

Grazie per il tuo commento