Cronache

Blitz degli "ispettori" Schegen al confine italo francese di Ventimiglia

Otto membri, provenienti da varie nazioni (tra cui Romania, Portogallo, Spagna e Lituania), hanno visitato gli uffici della frontiera di Ponte San Luigi, per parlare con la polizia Italia, ma anche con quella francese di Mentone

Blitz degli "ispettori" Schegen al confine italo francese di Ventimiglia

Un blitz è stato effettuato ieri, al confine italo francese di Ventimiglia, in provincia di Imperia, dagli “ispettori” della Commissione di Valutazione del Trattato Schengen, l’organo dipendente dalla Commissione Europea, che ha il compito di verificare il rispetto della normativa Schengen nelle frontiere europee.

Otto membri, provenienti da varie nazioni (tra cui Romania, Portogallo, Spagna e Lituania), hanno visitato gli uffici della frontiera di Ponte San Luigi, per parlare con la polizia Italia, ma anche con quella francese di Mentone. I valutatori, così vengono chiamati, hanno chiesto informazioni riguardanti i controlli al confine, le riammissioni e i respingimenti alla frontiera. Una verifica che è durata dalle 9 circa del mattino, alle 16.30.

Nel corso della giornata, da parte italiana, è stato ascoltato il dirigente della polizia di frontiera di Ventimiglia, Martino Santacroce, il quale ha ribadito che i controlli eseguiti alla frontiera non sono mai sistematici e che oltre alla circolazione delle persone, riguardano anche la pubblica sicurezza e l’antiterrorismo. Oggi gli stessi commissari hanno effettuato un’analoga verifica sul versante di Bardonecchia-Monginevro, in provincia di Torino.

Commenti