Bologna, ex candidato leghista ​picchiato da gruppo di stranieri

A Bologna, un noto tassista, ex candidato della Lega, è stato aggredito e picchiato da un gruppo di italiani e stranieri questa mattina all'alba mentre cercava di difendere un operatore Hera

Bologna, ex candidato leghista ​picchiato da gruppo di stranieri

Questa mattina, a Bologna, è avvenuto un grave episodio di violenza ai danni di un noto tassista della città. Si tratta di Hendrik Atti, un 40enne bolognese, ex candidato della Lega alle amministrazioni comunali.

L'uomo è stato pestato da un gruppo di italiani e stranieri all'alba di questa mattina a Bologna, in via Ugo Bassi, mentre tentava di difendere un operatore Hera che veniva aggredito. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il netturbino di Hera, un uomo di 49 anni, stava pulendo i portici della città di Bologna con l'idropulitrice, quando si è avvicinato un gruppo di persone. L'operatore ha chiesto loro di spostarsi, ma ciò non è avvenuto; in seguito, probabilmente per sbaglio, il netturbino ha bagnato uno di loro, scatenando così una violenta discussione.

L'operatore di Bologna è stato così accerchiato e picchiato dal gruppo, composto da tre o quattro persone, alcuni italiani altri stranieri. Nonostante abbia cercato di difendersi con un'asta di ferro usata per aprire i tombini, il 49enne non è riuscito a liberarsi dal branco, che lo ha disarmato. L'uomo è finito in ospedale, riportando un trauma cranico e tumefazioni agli occhi.

Proprio mentre veniva aggredito dal branco, è intervenuto Hendrik Atti, un tassista molto noto a Bologna, che, appena si è reso conto di ciò che stava accadendo, si è subito fermato in mezzo alla strada e ha cercato di difendere in tutti i modi il netturbino. Anche lui, però, è stato malmenato dal gruppo ed è stato trasportato in ospedale, dove è tutt'ora ricoverato. La prognosi per lui è di 3 settimane almeno, dal momento che ha riportato un trauma toracico, un trauma cranico, la frattura di una costola e altre contusioni.

Le forze dell'ordine si sono subito attivate nella ricerca del gruppo di malviventi, riuscendo ad arrestare due dei responsabili del pestaggio, un marocchino di 31 anni e un italiano di 22 anni residente a Campobasso. Le accuse nei loro confronti sono di lesioni pluriaggravate personali e danneggiamento aggravato dell'auto del tassista. Anche una donna di 28 anni, originaria di Bologna, è stata denunciata.

Hendrik Atti, ex candidato leghista, ha subito ricevuto messaggi di affetto e solidarietà sulla sua pagina facebook per il gesto coraggioso che ha compiuto. Tra questi c'è quello del consigliere regionale Michele Facci, il quale scrive: "Apprendo adesso della vigliacca aggressione. Stavolta la solidarietà non basta, pretendiamo sia fatta giustizia".

Commenti