Bolzano, rapiscono e rapinano una donna: presi italiano e magrebino

I due avevano avvicinato la vittima con una scusa, per poi trascinarla con la forza all'interno della loro vettura e strapparle la borsetta col telefono ed alcune banconote. La vittima è stata poi soccorsa da un passante, che ha immediatamente contattato le forze dell'ordine

Ha vissuto un autentico incubo la donna che, nella serata di ieri, è stata rapita e rapinata a Bolzano da due criminali, fortunatamente già catturati dalle forze dell'ordine locali.

L'episodio si è verificato in via del Macello, dove la vittima è stata avvicinata dai malviventi che viaggiavano a bordo di un suv di colore scuro. Fermata con la scusa di richiedere un'informazione, la donna è stata afferrata e trascinata all'interno dell'abitacolo.

Qui è stata barbaramente picchiata dai malviventi, che sono facilmente riusciti a strapparle di mano la borsetta. Ottenuto ciò che volevano, i due l'hanno spinta fuori dall'auto e quindi rimesso in moto per scappare, dirigendosi verso nord.

Provvidenziale l'intervento di un passante, che ha trovato la donna sotto choc. Dopo averle prestato soccorso, l'uomo ha contattato le autorità per richiedere un tempestivo intervento.

Del caso si sono occupati i carabinieri del nucleo radiomobile di Bolzano che, seguendo le poche informazioni fornite dalla vittima, sono riusciti a rintracciare i responsabili.

Questi, sorpresi mentre si stavano ancora spartendo il maltolto, sono stati catturati in un'area isolata di Prato Isarco. Arrestati con l'accusa di sequestro di persona, rapina aggravata e lesioni personali in soccorso, si trovano ora dietro le sbarre della casa circondariale di Bolzano, in attesa di giudizio. Identificati, sono risultati essere un giovane del posto di 34 anni ed un 26enne di origini nordafricane nato a Bolzano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.