Brexit, ecco i nuovi passaporti senza dicitura Ue

I nuovi passaporti rilasciati all'interno del Regno Unito non contengono più la dicitura Ue. Questo sta avvenendo nonostante non sia stato ancora deciso un piano d'uscita a tre anni dal fatidico referendum sulla Brexit

Brexit, ecco i nuovi passaporti senza dicitura Ue

Non è ancora chiaro il futuro della Brexit, ma i passaporti del cittadini del Regno Unito non riportano già più la dicitura dell'Unione europea. I cittadini britannici hanno utilizzato i social per poter mostrare tutta la loro contrarietà a quanto sta avvenendo e alcuni scrivono espressamente: "Non posso crederci, neanche siamo usciti. Chissà quando lo saremo". Era tutto quanto stato previsto, il problema è che almeno fino al 12 aprile il Regno Unito sarà a tutti gli effetti un Paese Ue. E, stando all'attuale situazione politica, lo resterà per molto tempo.

Sparita la scritta "European Union" i nuovi passaporti sono stati preparati lo scorso 29 marzo, la data che era stata fissata per l'uscita di Londra dall'Ue. Data che è stata rimandata a causa di un mancato accordo. Lo stesso governo ha detto anche che, entro la fine del 2020, i passaporti dei cittadini britannici torneranno ad essere anche blu, il colore tipico dei passaporti del Regno Unito prima che entrasse all'interno dell'Ue. Alcune voci erano trapelate anche sulla produzione degli stessi passaporti blu, essendo stata affidata ad una ditta franco-olandese e dunque comunitaria. Aspre critiche erano piovute perché gli stessi venissero prodotti in Unione europea e poi acquistati "oltre confine".

Commenti