Punte fino a 48°C: dove (e quando) colpirà l'ondata di caldo

Un'ondata di caldo eccezionale colpirà soprattutto Sardegna, Sicilia e Puglia con temperature che potrebbero riscrivere la storia della meteorologia italiana: attese punte fino a 48°C

Punte fino a 48°C: dove (e quando) colpirà l'ondata di caldo

Sarà la quarta ondata di calore estiva ma la più intensa: l'anticiclone africano si espanderà sul Mediterraneo con una delle più massicce invasioni di aria dal Sahara degli ultimi decenni. Picchi di caldo record potrebbero essere registrati al Centro-Sud con alcuni valori, potenzialmente, mai toccati prima e punte eccezionali fino a 48°C.

Un caldo mai visto

No, non è un errore: quello che i modelli matematici prevedono è da brividi. Giorni di canicola che ha pochi precedenti negli ultimi anni ed un'intensità tale che alcune località potrebbero sperimentare temperature mai viste prima. Come scrivono gli esperti di Meteogiornale, 48°C è una soglia di previsione che viene prospettata nell’elaborazione dei dati dai modelli matematici come valore estremo per alcune località tra Sardegna e Sicilia, le regioni d’Italia ad essere più esposte alla prossima ondata di calore proveniente dal Sahara. Sarebbe una temperatura da record storico per l’Italia e l’Europa, valore comunque già raggiunto in passato toccato a Catenanuova (provincia di Enna) con +48,5°C registrati dalla stazione meteo locale il 20 agosto del 1999.

Ondata di calore eccezionale

Una massa d’aria molto calda proveniente dal deserto del Sahara tenderà a spostarsi verso nord a partire dalla giornata di oggi, martedì 27 luglio, ma la sua evoluzione sarà inizialmente lenta per accelerare da domani diventando irruenta e di forte intensità. Aria rovente, con temperature stratosferiche, si "accumulerà" sulla catena dell’Atlante algerino per piombare giovedì 29 sulla Spagna orientale e centrale, le Isole Baleari, la Sardegna, tutta l’Italia centrale e meridionale, la Sicilia, la Grecia gran parte dei Balcani e poi tutto il bacino orientale del Mediterraneo. Di botto, ci ritroveremo in una condizione di caldo africano molto forte che ci interesserà soprattutto nel fine settimana. Oltre alla Sicilia dove, comunque, sono previste generalmente punte di 44-45°C, farà caldissimo pure sul resto del Sud specie in Puglia dove i 42-43°C saranno valori alla portata. Come dicono gli esperti, il grande caldo si farà sentire anche sul resto del Paese dove si toccheranno comunque valori elevatissimi con punte prossime ai 37/38°C su alcune zone del Centro, come a Roma e Firenze, nonché sulla Val Padana specie in Emilia Romagna e in città come Bologna, Ferrara e Forlì. Solo qualche grado in meno, infine, sul resto del Nord, in particolare lungo i litorali, dove le brezze marine riusciranno lievemente a mitigare la forza dell'anticiclone africano.

Quanto dura?

Al momento, i due modelli principali di riferimento (quello europeo e quello americano), non vedono una via d'uscita immediata: il caldo estremo al Sud e sulla Sicilia potrebbe durare alcuni giorni, almeno fino ai primi d'agosto quando si assisterebbe, finalmente, ad un ridimensionamento delle temperature. I meteorologi sottolineano come "l’incertezza dei due modelli matematici è giustificata ampiamente in quanto ci troviamo davanti a una previsione di condizioni meteo climatiche ben più che estreme, dove si rischiano di record". Per questo motivo, per il momento è prematuro addentrarci in quello che accadrà a medio-termine anche se si prospetta un cambiamento di un certo tipo, votato all'instabilità ed ai temporali, dal 4-5 agosto soprattutto per il Nord. Per il momento, però, occhi puntati su quest'ondata di caldo che potrebbe essere ricordata come la più intensa degli anni duemila.

QUI TUTTE LE PREVISIONI

Commenti