Calendario invernale di TrenItalia: ecco le novità

I nuovi orari entreranno in vigore a partire dal prossimo 12 dicembre

Calendario invernale di TrenItalia: ecco le novità

Avrà inizio dal prossimo 12 dicembre il nuovo calendario invernale di TrenItalia. "È un nuovo inizio", ha dichiarato l'Ad Luigi Corradi durante la presentazione a Milano. "Inizia un nuovo viaggio, stiamo cercando sempre di più di fare qualcosa di nuovo, vogliamo essere più vicini possibile a chi prende il treno per organizzare un servizio diverso con i vari servizi più integrati tra loro, all’insegna dell’intermodalità", ha aggiunto.

Le Frecce

Col nuovo orario entrano in servizio 4 FrecciaRossa non stop Milano-Roma, due la mattina (in partenza sia da Roma che da Milano) e due nel pomeriggio per il rientro. Con 6 FrecciaRossa in più, inoltre, salgono a 76 i treni che collegano le due città: aumenta anche il numero dei posti disponibili nelle fasce orarie con più richieste, grazie all'uso di due convogli accoppiati. Si intensifica il numero di collegamenti Venezia-Roma (FrecciaRossa), con 32 treni al giorno, mentre la tratta Roma-Gernova è affidata a FrecciArgento (meno di 4 ore di viaggio).

Intercity e Regionali

Sono 94 gli Intercity e 24 gli Intercity Notte previsti per i collegamenti per le medie località ed i capoluoghi di provincia. Aumenta il numero di destinazioni previsto per le tratte Regionali, con circa 6800 convogli quotidiani: nel 2022 la flotta dovrebbe essere incrementata di ulteriori 105 nuovi treni.

Vacanze

Per raggiungere piste da sci e località di montagna TrenItalia propone in tutto 526 collegamenti: dal 12 dicembre Torino e Aosta saranno collegate senza cambi in itinere (ed un viaggio inferiore alle 2 ore), mentre saliranno a 12 le connessioni aggiuntive tra Limone Piemonte e Tende.

Anche l'alta velocità punta verso le montagne. Sono in previsione 2 FrecciaRossa da Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Reggio Emilia AV, Milano, Torino in direzione Oulx e Bardonecchia, più altri 10 collegamenti treno e bus al giorno nei fine settimana per raggiungere Cortina e Cadore, Madonna di Campiglio, Val Gardena, Val di Fassa, Val di Fiemme, Courmayeur (FrecciaLink).

Mercatini e attrazioni natalizie si potranno raggiungere tramite i Regionali. Tra le destinazioni più gettonate risultano Asti, Aosta, Stresa, Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico, Levico, Cortina d’Ampezzo, Lucca, Arezzo, Vetralla, Perugia, Salerno e le sue "Luci d’Artista" ed infine Siracusa.

Sud Italia

Aumentano i collegamenti col Meridione, specie nel periodo natalizio. Con due FrecciArgento in più, sale fino a 14 il numero dei viaggi giornalieri previsti fra Roma e la Puglia. Si intensificano pure i collegamenti sulla linea adriatica e quelli da e verso la Calabria: sono 16 le Frecce giornaliere che mettono in connessione la Regione con Roma. Calabria e Milano sono collegate da sei corse giornaliere. Sicilia, Puglia e Calabria saranno raggiungibili anche con Intercity ed Intercity Notte. Anche la flotta dei Regionali si amplia, con nuove corse da febbraio verso i capoluoghi di provincia e le località di maggior interesse turistico (ad esempio la Valle dei Templi, Ercolano, il Parco Nazionale del Vesuvio o Pompei).

Porti ed aeroporti

La soluzione treno o treno+bus consente di raggiungere 17 aeroporti e 18 porti in tutta la Penisola. Il collegamento diretto coi treni rende accessibili Trieste Aeroporto, Ancona Falconara, Roma Fiumicino, Palermo Punta Raisi, Catania Fontanarossa, Cagliari Elmas ed i porti di Genova, Trieste, Venezia, Piombino, Termoli, Salerno, Villa San Giovanni, Messina, Golfo Aranci, Cagliari, Savona, Ancona, Bari e Palermo Giachery. Con la soluzione mista treno+bus si possono raggiungere invece gli aeroporti di Treviso, Verona, Genova, Firenze, Pisa, Ciampino, Napoli, Lamezia, Olbia e Bari. Con TrenItalia Regionale sono altresì accessibili i porti di Civitavecchia, Napoli e Formia.

Località termali e borghi

Con l'entrata in vigore del calendario invernale si potranno raggiungere sia i borghi (703 collegamenti) che città termali, parchi e località di interesse storico-culturale (1296 collegamenti). Per quanto concerne il Piemonte, per fare un esempio, si potranno raggiungere più agevolmente alcune località della provincia come Neive, Saluzzo, Castagnole, i laghi di Avigliana ed il Castello di Miradolo. Nasce anche il cosiddetto "Tuscany Line", percorso che consente di girare la Regione toccando le tappe di Lucca, Pisa, Pistoia, e Firenze: saranno disponibili, a partire dal 12 dicembre, 65 collegamenti al giorno che consentiranno di comporre un itinerario secondo le proprie esigenze.

EuroCity e EuroNight

Per quanto concerne i collegamenti con l'estero, saranno quattro convogli, tra EuroCity ed EuroNight, a collegare Milano/Verona/Padova e Roma/Firenze con Vienna (Austria) e Monaco di Baviera (Germania). Per la Svizzera restano a disposizione 40 treni al giorno: aumentano i convogli da Milano verso Lucerna e Basilea, e nasce il nuovo collegamento Bologna-Zurigo (via Milano). Due treni al giorno, inoltre, permetteranno di raggiungere anche Francoforte.

Commenti