Il campo nomadi del blitz a Salvini? Un centro della droga

Nel luglio dello scorso anno il campo di villa Erbosa è stato oggetto di una maxi operazione dei carabinieri

Il campo nomadi del blitz a Salvini? Un centro della droga

In quel campo Matteo Salvini se l'è vista brutta. I centri sociali hanno assaltato e danneggiato la vettura sulla quale viaggiava il leader della Lega Nord. Ma il campo nomadi di villa Erbosa a Bologna fa parlare di sé per un altro fatto. Nel luglio 2013 è stato oggetto di una maxi operazione antidroga. Come racconta Libero, più di 170 carabinieri hanno arrestato 19 persone per spaccio in concorso di sostanze stupefacenti; 9 in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare; 4 in flagranza e altri 6 nei mesi precedenti all'intervento. Nel campo sono stati sequestrati: mezzo chilo di cocaina, una dozzina di piante di marijuana, una pistola e 11mila euro in contanti, oltre a oggetti d'oro risultati rubati. Insomma, il campo nomadi era un vero e proprio centro di smistamento della droga, che poi da lì veniva immessa sul mercato bolognese e della Romagna.

Commenti