Cantone nuovo procuratore di Perugia: indagherà su Palamara

Raffaele Cantone, ex presidente Anac, nominato a dirigere le operazioni della procura umbra. Al centro, l’inchiesta che ha terremotato il Csm

Raffaele Cantone, ex presidente Anac, guiderà l’inchiesta su Luca Palamara. Questo perché Cantone è stato nominato nuovo procuratore di Perugia. Sulla scelta di affidargli le redini della procura titolare dell’inchiesta che ha terremotato il Csm, Palazzo dei marescialli si è diviso. La minoranza ha votato per Luca Masini, procuratore aggiunto a Salerno, che ha preso otto voti. Dodici invece le preferenze per l’ex presidente dell’Anac (autorità anticorruzione). A suo favore hanno votato le toghe di Area (corrente progressista) e i laici di tutto lo schieramento politico. Masini, invece, ha ottenuto il sostegno dei togati di Autonomia e Indipendenza e di Magistratura Indipendente.

La carica di procuratore capo di Perugia era rimasta vacante da oltre un anno. Da quando è andato in pensione Luigi De Ficchy. E, secondo legge, sono i pm del capoluogo umbro a doversi occupare delle inchieste che vedono al centro i magistrati che lavorano a Roma. Come quella che riguarda Palamara, simbolo dei legami tra toghe e politica e indagato principale dell’inchiesta nomine che ha terremotato il Csm.

Il magistrato napoletano è stato nominato dal Csm, come abbiamo scritto, con 12 voti. E il voto è arrivato al termine di una lunga discussione che ha visto i consiglieri divisi principalmente sulla valenza da dare al suo incarico all’Autorità nazionale anticorruzione. E sul fatto che Cantone, a differenza dell’altro candidato, non aveva mai svolto l’incarico di procuratore aggiunto. Il suo concorrente era Masini. A lui sono andati 8 voti. Quattro gli astenuti, tra questi i magistrati di Unicost, la corrente che fu proprio di Palamara.

In commissione, a sostegno di Cantone, era arrivata la relazione di Mario Suriano, togato di Area, presidente dell’organo che si occupa delle nomine prima che queste vadano in plenum. Dalla parte di Masini, Pier Camillo Davigo, che ha fatto la relazione in suo favore. Cantone è stato sostituto procuratore a Napoli dal 2007. Dopo è passato agli uffici del massimario della Cassazione. Poi la presidenza dell’Anac, finita ottobre 2019, e il ritorno alla Suprema corte.

Contrario alla nomina di Cantone si è espresso Nino Di Matteo: "La procura di Perugia? È competente per le indagini su Palamara. È dunque è inopportuno che a dirigerla vada Raffaele Cantone. Avrei sostenuto la candidatura del dottor Cantone a una procura diversa, ma non a Perugia: l’incarico all’Anac ha una fortissima connotazione politica, una connotazione che si è perfino accentuata, almeno quanto alla sua apparenza, quando per più volte Cantone è stato indicato come possibile premier della nuova compagine governativa".

Il consigliere del Csm ha parlato intervenendo nella discussione a Palazzo dei Marescialli. L’inchiesta perugina sul pm romano Palamara, a cominciare dalle chat e delle intercettazioni in cui il magistrato parlava anche con Luca Lotti delle nomine ai vertici delle procure, è stata chiamata in causa nel dibattito. A spuntarla è stato l’ex capo Anac. E chissà quale sarà il suo ruolo in questa lunga storia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

SemprePiùBasito

Mer, 17/06/2020 - 15:16

Speriamo che pensi all'Italia senza voltare la testa per non vedere. Che sia veramente un Magistrato a cui si possa apporre la sritta "La legge è uguale per tutti" con la massima pulizia di questo ambiente che dovrebbe essere il primo pulito.

giovanni235

Mer, 17/06/2020 - 15:30

Ma ci sarà da fidarsi?? Mi pare che all'anticorruzione non abbia combinato un bel niente.Se mi sbaglio ditemelo e chiederò subito scusa.

Ritratto di Adespota

Adespota

Mer, 17/06/2020 - 15:31

Speriamo che Di Matteo si sbagli e che ai cittadini che credono davvero nella giustizia non sia riservata una...cantonata.

Gio56

Mer, 17/06/2020 - 15:39

giovanni235,nell'anticorruzione Cantoni ha lavorato abbastanza bene è ai"corrotti"che non andava bene.

Giorgio Colomba

Mer, 17/06/2020 - 15:52

Per disinnescare certi ordigni servono gli sminatori adatti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 17/06/2020 - 16:07

non è proprio adatto! è stato fin troppo manovrato dal PD :-)

Beaufou

Mer, 17/06/2020 - 16:16

Ah, Cantone...allora siamo a cavallo. Se i risultati sono comparabili a quelli ottenuti all'ANAC, ho l'impressione che Palamara può permettersi sonni tranquilli. Vorrei sperare di no. Chissà che Cantone non si svegli una buona volta dimostrando di valere qualcosa. Spes ultima dea, dicono. Ahahah.

Giorgio Colomba

Mer, 17/06/2020 - 16:24

#mortimermouse - 16:07, "ordigni" si riferiva alla bomba del caso Palamara e "adatti" era ovviamente ironico...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 17/06/2020 - 16:32

Cantone verrà accantonato dai comunisti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 17/06/2020 - 16:54

COLOMBA ma vede.... io ricordo bene quando cantone venne nominato ai tempi di renzi! alla fine si capì non era cosi poi diverso dalla sinistra ! :-) tutti allineati in perfetto ordine militare comunista....

GianniFranco

Mer, 17/06/2020 - 17:08

Non entro nel merito delle capacità del dott. Cantone, semplicemente mi sembra molto poco opportuno che l'ex Presidente di ANAC, indicato a quel posto dal governo Renzi (dove Luca Lotti aveva un ruolo molto importante: sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio dei ministri con delega all'editoria), subentri nella Procura dove é in corso l'inchiesta su Palamara, dove lo stesso Lotti é in qualche modo coinvolto.

giovanni235

Mer, 17/06/2020 - 17:17

Gio56,ti ringrazio per la risposta.Potresti essere più preciso e indicarmi quale corrotto o corruttore ha fermato o fatto arrestare?In fondo era un magistrato con tutti i poteri dei magistrati, anzi forse ancora di più.Grazie.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/06/2020 - 18:18

C'è poco da indagare, se le intercettazioni sono veritiere...presentate il conto.

Brutio63

Mer, 17/06/2020 - 18:52

Sono pronti ad insabbiare!

leopard73

Mer, 17/06/2020 - 18:57

Speriamo che indaghi nel senso GIUSTO che non finisca a vino e tarallucci!!!

sparviero51

Mer, 17/06/2020 - 19:03

ANDREBBERO TUTTI ESILIATI PER RICOMINCIARE DA ZERO !!!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 17/06/2020 - 19:13

Siamo a posto.

Nes

Mer, 17/06/2020 - 19:29

Non ci credo...