Caro sindaco, senza 5 Stelle Milano funziona

La forza di Milano, negli ultimi anni, è stata quella di non cadere nella trappola di Grillo e del suo Movimento propenso alla "decrescita felice"

La forza di Milano, negli ultimi anni, è stata quella di non cadere nella trappola di Grillo e del suo Movimento propenso alla «decrescita felice». Tanto che mentre il resto del Paese a trazione Cinque Stelle perdeva colpi uno dietro l'altro e imboccava la via dell'assistenzialismo di Stato, il capoluogo lombardo cresceva come non mai, merito di una lunga serie di buoni amministratori di centrodestra e di centrosinistra che nel tempo si sono succeduti alla guida della città simbolo della Lombardia e dell'Italia migliore.

Da queste parti i grillini non hanno mai toccato per fortuna palla, ignorati dagli elettori e quindi irrilevanti nelle istituzioni. È quindi con stupore che leggiamo dell'intenzione di Beppe Sala, sindaco Pd di Milano in scadenza di mandato (si voterà nella primavera prossima) di aprire la porta di Milano al suo amico Beppe Grillo in cambio di un sostegno - esplicito o implicito si vedrà - alle prossime elezioni.

Ovviamente Sala è libero di fare ciò che crede, ma se uno è costretto a chiedere aiuto al partito della Raggi, di Toninelli e della Azzolina - cioè a degli incapaci che sono esattamente il suo opposto da tutti i punti di vista - vuole dire che non è messo un granché bene e che ha paura di non farcela ad essere rieletto. Quindi prendiamo atto che da oggi è ufficiale che Milano ha un sindaco debole costretto a elemosinare aiuto a un partito lontano miglia da lui (per la questione Expo i grillini lo avrebbero visto volentieri al gabbio) e questa non è una bella notizia per la città. E non lo è neppure per il Paese, di cui Milano è la locomotiva economica e culturale. Ma prendiamo anche atto che Beppe Sala - uomo di cui mi onoro di un'amicizia che spero sincera e che per me rimarrà tale a prescindere - è finito nel tritacarne del Coronavirus e non sa come uscirne, se non aggrappandosi al più statalista e ipocrita dei possibili soci: cioè a quei Cinque Stelle che sono quanto di più lontano ci sia dallo spirito meneghino che lui dovrebbe interpretare e difendere.

Può essere che si tratti solo di un colpo di caldo agostano, ma temo di no. Il potere annebbia anche le menti degli uomini migliori, e fino a ieri avrei detto che Sala - pur nelle diversità di vedute - fosse uno di questi. Portare i grillini a Milano potrà anche essere la sua salvezza elettorale (tra l'altro non è detto né certo) ma è un errore che Milano non gli perdonerà mai. E che fa cadere le residue probabilità che anche qualche elettore di centrodestra possa fare un pensierino sulla sua riconferma.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Absolutely

Gio, 13/08/2020 - 17:21

Che schifo! Che il PD fosse disposto a tutto per il potere, tranne che vincere le elezioni che non gli riesce quasi mai, non mi sorprende, i 5S hanno superato anche il peggio che potevo pensare di loro. Se è vero che ancora hanno il 15% come dicono i sondaggi, veramente per l’Italia e gli italiani non c’è più speranza.

Darth

Gio, 13/08/2020 - 17:41

"a chiedere aiuto a degli incapaci che sono esattamente il suo opposto da tutti i punti di vista". No, un momento, credo di non aver capito bene: sta dicendo che Sala sarebbe quello capace?? Ma è stato a Milano, negli ultimi anni, magari anche solo di passaggio? Ha visto come l'ha ridotta?... Alla faccia del colpo di caldo agostano...

Mr Blonde

Gio, 13/08/2020 - 18:29

credo che il 15% circa sia la soglia oltre la quale i politici sbroccano e deragliano; da Renzi a grillo a salvini a meloni oltre questa soglia si perde il senno

Morion

Gio, 13/08/2020 - 18:34

La Milano da bere...si potesse tornare ai vecchi fasti!

Ritratto di Cali85

Cali85

Gio, 13/08/2020 - 18:50

Mi scusi Direttore ma al Governo cosa hanno atto i Signori Sinistroidi come il Sig. Sala? Per un anno hanno detto quanto di peggio si poteva dire sugli M5s (Sulla loro incapacità, sulla loro ignoranza, sulla loro serietà , mancava solo che dicessero che le mogli ed i mariti gli facevano le corna e che le loro madri non erano persone molto serie ) poi , appena Salvini ha fatto la furbata del secolo e gli si è aperta la porta del potere, i 5s sono diventati tutti come Madre Teresa di Calcutta. Esattamente come vuol fare Sala. Più vado avanti e più apprezzo l'onestà intellettuale di Giorgia Meloni che, fino ad ora , non ne ha sbagliata neanche una e mi sa che alle prossime elezioni farà "il pieno". Alla fine la gente non è proprio scema e non si fa abbagliare dal buco sotto lo stretto di Messina o dai continui miliardi che dice di regalare il nostro "Premier per caso". Ormai la può raccontare solo a Casalino e Grillo.

UgoFoscolo

Gio, 13/08/2020 - 19:35

Gentile Direttore, Milano va vista come un'azienda che deve ben funzionare. Se l'amministratore delegato è una nullità lo saranno anche i risultati dell'azienda stessa.Non mi interessa il colore politico dell'ad, ma quello che fa in pratica.anche perché il cda gli darà fiducia solo alla luce dei risultati.

Santippe

Gio, 13/08/2020 - 19:36

Milano può fare benissimo a meno di Sala!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 13/08/2020 - 19:46

Purtroppo gli italiani sembrano prediligere per il loro paese i destini della repubblica popolare, alla sudamericana. Il grillame in questo è perfetto, gli ex comunisti prendono quel che c'è ed anche in certa destra qualcosa del genere si vede. E' un disastro ma è così.

UgoFoscolo

Gio, 13/08/2020 - 19:47

Quindi da milanese ed elettore NON darei certo la mia fiducia a chi, nel proprio programma di servizio, volesse inserire delle nullità conclamate come i 5Stallee. Ho scritto programma di "servizio" perché ritengo che un Sindaco debba mettersi al servizio della città che è chiamato ad amministrare.ok nel sentire tutte le campane, ma vanno ascoltate quelle che portino valori validi, non parole inutili.

sparviero51

Gio, 13/08/2020 - 19:55

AI MILANESI CONSIGLIO SOLO DI CONSIDERARE COSA È SUCCESSO A ROMA CON LA RAGGI !!!

Helter_Skelter

Gio, 13/08/2020 - 19:57

Direttore stia tranquillo, Milano funzionerebbe anche con un sindaco leghista. Milano ha una sua linfa vitale che nemmeno la peggior politica potrebbe togliere.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 14/08/2020 - 10:55

Egregio direttore, guardi che Sala non e' meglio dei 5*... E" forse poco meglio di loro: come si puo' accettare che il sindaco di una grande citta' si dimentichi di avere una casa a San Moritz? Come si pu' accettare che vengano create pisti ciclabili illegali e pericolose? Come si puo' accettare che il sindaco spalleggi iniziative dei suoi assessori a favore di centri sociali che danneggiano edifici e beni altrui? Sta scherzando, vero?

lorenzovan

Ven, 14/08/2020 - 13:38

ma se avete scritto..urlato..tempestato fino a ieri che a MIlano non funzionava niente per colpa del sindaco Sala del piddiiiiii..ma anche voi smemorati ??