Cronache

Carri armati sul Colosseo: così l'Isis minaccia Roma

Pubblicato un nuovo video da parte dello Stato Islamico: "Roma è la battaglia finale prima del giorno del giudizio"

Carri armati sul Colosseo: così l'Isis minaccia Roma

L'Italia - e ancor di più Roma - è di nuovo nel mirio dell'Isis. Un nuovo video di minacce alla capitale è stato pubblicato oggi, pochi giorni dopo l'avvio del Giubileo.

Quasi un quarto d'ora in cui il Califfato racconta "l'Apocalisse" e mostra tre carri armati che avanzano nel deserto verso il Colosseo. "Roma è la battaglia finale prima del giorno del giudizio", recita la voce alternando versetti religiosi e avvertimenti i miscredenti e i "crociati", anche citando presunte "armate di Roma" già pronte a colpire. Tra le immagini dei miliziani che si preparano e si addestrano scorrono a più riprese quelle dell'Altare della Patria, piazza Navona e San Pietro.

Non è la prima volta che lo Stato Islamico minaccia la Capitale: oltre al video in cui la bandiera nera sventolava sul Vaticano, era stato pubblicato un video intitolato "Messaggio al popolo della croce", in cui si minacciavano i cristiani. Poi un altro filmato avvisava: "Parigi prima di Roma". A differenza della propaganda anti-Roma dell'Isis, in occasione di questo ultimo video il riferimento non è solo alla capitale come simbolo della cristianità, ma anche alla città in quanto tale.

Fonti dell'intelligence sottolineano che l'attenzione resta alta, che a una prima analisi il filmato non è legato a una minaccia specifica ma denota l'innalzamento della propaganda dell'Isis.

Commenti