Caserta, sequestrata l'ex Saint Gobain, l’area del set de “L’Amica geniale”

La confisca si è resa necessaria a seguito del ferimento di un diciassettenne che, insieme a un amico, si era introdotto in uno dei capannoni dismessi tentando di salire su una ciminiera alta sessanta metri, probabilmente per scattarsi un selfie

Caserta, sequestrata l'ex Saint Gobain, l’area del set de “L’Amica geniale”

L’area dell’ex Saint Gobain di Caserta, zona in cui è stato ricostruito il Rione Luzzatti di Napoli, diventato il set della fortunata serie televisiva di Rai Uno “l’Amica geniale”, tratta dall’omonimo best seller di Elena Ferrante, è stato sequestrato dalle forze dell’ordine. Nel manufatto industriale un diciassettenne di Casolla di Caserta si era intrufolato con un amico e ha rischiato la vita per un assurdo gioco di salti nel vuoto.

Gli agenti della Questura sono intervenuti ponendo i sigilli ai due accessi in viale Paul Harris. Il sequestro preventivo si è reso necessario a seguito proprio dei fatti di domenica, che hanno coinvolto due ragazzi. Come se non bastasse la violazione di una proprietà privata e la pericolosità di accedere in un luogo fatiscente e diroccato, i due si erano introdotti in uno dei capannoni dismessi tentando di salire su una ciminiera alta sessanta metri, probabilmente per scattarsi un selfie, con lo sfondo del set de “L’Amica geniale”.

Una bravata che difficilmente dimenticheranno considerato che ad un certo punto della scalata il diciassettene è caduto da un'altezza di circa dieci metri riportando un “grave trauma cranico e toracico con pneumotorace drenato e frattura di due vertebre”, come emerso dagli accertamenti eseguiti all'ospedale di Caserta. L'arrivo dei soccorsi è stato praticamente immediato grazie alla presenza di un presidio del 118 proprio negli spazi del Palazzo della Salute, a pochi metri di distanza dalla zona dell'incidente.

Commenti