La Cassazione adesso smonta le toghe ultrà dell'accoglienza

Le sezioni unite civili della Corte di Cassazione hanno accolto tre ricorsi del Viminale ed hanno sancito che, per concedere la protezione umanitaria ai migranti, non basta il criterio relativo alla valutazione della loro integrazione. Esulta Salvini, anche se nella stessa sentenza si sancisce l'irretroattività del decreto sicurezza

Sono tre sentenze molto importanti quelle emesse nelle scorse ore dalla Corte di Cassazione, con le quali è stata fatta chiarezza su alcune delle discussioni più importanti aperte in tema di immigrazione.

In tutti e tre i casi, sono stati accolti i ricorsi con i quali il Viminale ha impugnato le sentenze delle corti d’appello, provenienti in due casi da Firenze ed in uno da Trieste, in cui i giudici hanno riconosciuto la protezione umanitaria ad alcuni migranti in base al loro livello di integrazione in Italia.

Secondo cioè quelle sentenze d’appello, è possibile concedere il riconoscimento della protezione umanitaria basandosi unicamente sul fatto che il migrante in questione appare già integrato in Italia.

Per la Cassazione, accogliendo dunque le ragioni del ministero dell’interno, invece questo tipo interpretazione non può essere valida. Secondo i giudici delle sezioni unite civili della suprema corte, il livello di integrazione nel nostro paese non può bastare per decidere se concedere o meno la protezione.

Così come si legge sull’agenzia Agi, i due casi di Firenze riguardano rispettivamente un cittadino bengalese che ha ottenuto un’assunzione in Italia ed uno invece del Gambia, il quale secondo i giudici della corte d’appello fiorentina “studia e coltiva i suoi principali legami sociali nel nostro Paese, mentre in Gambia non ha rapporti familiari di rilievo”. Il terzo caso, ha invece per oggetto un altro cittadino gambiano. I giudici di Trieste hanno riconosciuto a lui la protezione internazionale in quanto, per via della “situazione critica dovuta al disordine complessivo del Gambia e alle primitive strutture giudiziarie e carcerarie sotto il profilo della tutela dei diritti individuali”, potrebbe essere “sottoposto a procedimento penale ove fosse rientrato nel Paese di provenienza”.

La Corte di Cassazione ha rimandato tutti e tre i casi in appello. I giudici nelle loro sentenze hanno condiviso l’orientamento secondo cui “non può essere riconosciuto al cittadino straniero – si legge – il diritto al permesso di soggiorno per motivi umanitari considerando, isolatamente e astrattamente, il suo livello di integrazione in Italia, né il diritto può essere affermato in considerazione del contesto di generale e non specifica compromissione dei diritti umani accertato in relazione al paese di provenienza”.

In poche parole, secondo la Cassazione occorrono criteri oggettivi e riscontri certi prima di procedere al rilascio della protezione internazionale ad un determinato richiedente. Ha prevalso dunque la linea del Viminale, soprattutto di quello targato Matteo Salvini.

E non a caso l’ex ministro dell’interno è il primo a commentare le sentenze provenienti da piazza Cavour: “Sui permessi umanitari aveva ragione la Lega – ha affermato Salvini – L’ha stabilito la Corte di Cassazione. È la migliore risposta agli ultrà dei porti aperti e che vorrebbero cancellare i Decreti sicurezza.

Peraltro la sentenza della Cassazione ha sostanzialmente smontato la tesi di Luciana Breggia, il magistrato presidente della sezione specializzata per l'immigrazione e la protezione internazionale del tribunale di Firenze. Breggia negli ultimi giorni è salita alla ribalta per le dichiarazioni contenute in un suo spettacolo in cui ha raccolto, nei mesi scorsi, alcuni aneddoti inerenti il suo lavoro. Ed in particolare, il magistrato ha dichiarato di aver agito in certi casi anche senza prove: “Era inserito in un contesto, parlava italiano, era vulnerabile - ha raccontato Luciana Breggia - Mi sono misurata con l'impossibilità di ricostruire la sua storia e gli ho dato il permesso umanitario”.

Altro che i criteri oggettivi di cui ha parlato la Cassazione, secondo il magistrato a volte nel suo lavoro occorre agire in base al “cuore”: “Un giudice ha una testa e un cuore, non è disincarnato”, ha infatti dichiarato, tra le altre cose, proprio Luciana Breggia.

Nelle sentenze odierne della Cassazione, c’è poi una parte invece non molto favorevole alla linea salviniana. È stato infatti sancito, intervenendo anche in questo caso per porre fine ad alcune diatribe interpretative, che le norme inerenti la cancellazione dei permessi per motivi umanitari non possono essere applicati ai casi antecedenti l’introduzione del decreto sicurezza voluto da Salvini.

Per quei casi, ha stabilito la Cassazione, si applicano le previsioni dei casi speciali, con permesso di soggiorno annuale, contenute nello stesso decreto Salvini.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maurizio50

Mer, 13/11/2019 - 17:52

Con tanti saluti alla Giudice (?) Breggia di Firenze. Accompagnati da un consiglio: vada a fare l'Assistente Sociale, ruolo per il quale dimostra di aver maggiore capacità e propensione!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 13/11/2019 - 17:53

una piccolissima vittoria comunque, perchè il TAR non è che un passaggio di un iter lunghissimo di un braccio di ferro tra la magistratura e gli italiani... non è un caso che dopo la sentenza del TAR vi è la consulta che è di gran lunga superiore a tutti e inferiore solamente e soltanto al CSM....

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 13/11/2019 - 17:54

...EVVVVAIIIIIIIIIIIIIII W SALVINI.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/11/2019 - 17:56

Ma questa è una splendida notizia,anche se a onor del vero,bastava il buonsenso,senza l'intervento della Cassazione. Ma tant'è,accogliamola comunque con un brindisi alla faccia dei komuniSTRACCI,che adesso cominceranno a rosikare e sputare veleno.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 13/11/2019 - 17:57

e quindi? la varie carole verranno condannate?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/11/2019 - 17:59

Altra botta elettorale in vista per sinistracci &co. Come sempre,stanno dalla parte sbagliata e poi perdono.

19gig50

Mer, 13/11/2019 - 18:08

Quei pm di agrigento e quella toga pro ong, vanno rimossi insieme a tutti quelli che volevano l'abolizione del Dl sicurezza della Lega e la lamorgese deve dimettersi.

carpa1

Mer, 13/11/2019 - 18:18

Cominciano a scricchiolare, evidentemente, le gambe di alcune sedie importanti per cui qualcuno cerca di mettere le mani avanti per tentare di cadere in piedi; se cambiano i governi, per certa gente abituata a sentirsi onnipotente si fa dura; meglio anticipare cambiando atteggiamento.

VittorioMar

Mer, 13/11/2019 - 18:26

..almeno una PARVENZA di LEGALITA' esiste ancora in ITALIA : GRAZIE SALVINI !!

Giorgio Rubiu

Mer, 13/11/2019 - 18:26

@ mbferno 17:59 - Mi permetta di chiosare. "Come sempre, stanno dalla parte sbagliata e poi SI DOMANDANO PERCHE' perdono". O sono duri di comprendonio o sono dei convinti masochisti! Buona serata a lei.

Iacobellig

Mer, 13/11/2019 - 18:27

I giudici di Firenze e Trieste che hanno lavorato, molto male con danno dello Stato che li paga ogni mese, alle sentenze riformate dalla cassazione sull’immigrazione devono essere licenziati subito e cacciati a calci nel sedere. Chi non sa lavorare deve andare via subito tanto più che non pagano economicamente di persona per i loro errori commessi!!! Incompetenti deleteri per lo stato! Delinquenti!!!

MOSTARDELLIS

Mer, 13/11/2019 - 18:28

La buona notizia non sta nel pronunciamento della Cassazione, bensì apprendere che in Italia vi è ancora una parte della magistratura "normale", magistrati che fanno i giudici e non le toghe rosse appiattiti spudoratamente sul PD e, nel caso specifico, sugli scafisti. Bisogna ringraziare questi giudici perché sono loro che salvano la magistratura italiana da un pericoloso appiattimento su posizioni comuniste.

silvano.donati@...

Mer, 13/11/2019 - 18:30

meno male che esistono ancora Giudici degni del loro nome ! quelli permissivi tout-court se ne vadano dalla Magistratura, perche' fare politica e' precluso ai magistrati dalla Costituzione !

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 13/11/2019 - 18:38

Sentenza della corte di cassazione a sezione riunite civili, ha una valenza molto elevata: quasi fosse una legge..

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 13/11/2019 - 18:39

Tanto ormai Salvini lo hanno fatto fuori e possono anche dire che aveva ragione. Il problema è che il governo giallorosso vuole farli arrivare tutti e se ne frega altamente dei giudici. Quando mai un magistrato oserebbe contestare una decisione di un esponente piddì? Ma se hanno persino insabbiato quella porcheria di Bibbiano, cosa vogliamo aspettarci? Il vero problema è la magistratura fuori controllo che agisce al di là delle sue prerogative. I giudici, non eletti dal popolo, devono fare il loro mestiere (per il quale sono LAUTAMENTE PAGATI) e terminare le ingerenze con il potere esecutivo. Ce l'hanno sempre menata con i pesi e i contrappesi su cui si fonderebbe questa specie di democrazia italica ma finché i giudici avranno lo strapotere attuale non ci sarà vera democrazia.

buonaparte

Mer, 13/11/2019 - 18:44

i giornali di sinistra inizialmente avevano parlato solo della decisione sulla non retroattività del decreto salvini. sempre equilibrati i media di sinistra ?. GRAZIE A DIO ESISTE INTERNET E ALTRI GIORNALI SERI VERAMENTE .

Ritratto di babbone

babbone

Mer, 13/11/2019 - 18:47

sono stati presi a sganassoni, ahahahahah.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 13/11/2019 - 18:56

Soltanto che quelli di sx non si rassegnano, anche se per loro non dovrebbe fare nè caldo e nè freddo, ma l'orgoglio accompagnato dall'arroganza, faranno carte false pur di vincerla loro. Io vorrei chiedere, ma a voi che ve ne frega se li blocchiamo, ne va dei vostri interessi? Cosa vi costa assecondare la maggioranza degli italiani che non ne possono più di questa gente che non è capace di vivere civilmente.

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 13/11/2019 - 19:02

La giustizia contro se stessa: CAOS

mozzafiato

Mer, 13/11/2019 - 19:04

Straordinaria l'agenzia ANSA (come noto agenzia di stampa "indipendente ...al servizio del PCI). La notizia "regina" circa le cervellotiche sentenze dei magistrati bolscevichi, che riportano in prima pagina è presentata così : "IL DDL DI SALVINI SUI MIGRANTI NON È TETROATTIVO" . COME OVVIO NESSUN ACCENNO NEMMENO NEL TESTO DI STESURA, RELATIVA ALLO SMONTAGGIO DELLE SENTENZE TUTTE ANIMA E CORE DEI MAGISTRATI BOLSCEVICHI EMESSE PER INDISPETTURE IL FASCISTA SALVINI.E poi questi miserabili petecchiosi rossi, grugniscono contro l'Italia in via di fascistizzazione!

sergioilpatriota

Mer, 13/11/2019 - 19:19

Mortimermouse: forse non hai letto bene; la sentenza non è del TAR ma della Cassazione, la quale, nell'articolo, oltre che nel titolo, è nominata sette volte. Il CSM è solo l'organo di autogoverno della magistratura: decide sui procedimenti disciplinari sui magistrati ma non può sovvertire una sentenza della Cassazione.

ItaliaSvegliati

Mer, 13/11/2019 - 19:29

Vedremo se chi ha abusato del potere giuridico verrà giudicato...

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 13/11/2019 - 19:36

L'essere integrato non dovrebbe contare una mazza se fossimo in un paese civile e senza i decerebrati piddioti infatti. Molti degli attentati in Europa son stati fatti da immigrati di seconda e terza generazione che avevano fatto percorsi scolastici e lavoravano a fianco di europei come qualsiasi normale europeo.

Divoll

Mer, 13/11/2019 - 19:37

Io, invece, ancora attendo che qualche magistrato deccida di indagare per abuso d'ufficio e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina la signora Breggia.

ST6

Mer, 13/11/2019 - 19:49

Quindi la Magistratura funziona e non è tutta da rifare, come piagnucolano i fascisti: fatti, non pugnette cit.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 13/11/2019 - 20:03

Una vittoria legale in casa del centro destra:speriamo adesso che la signora Breggia e red company vengano indagati per abuso d'ufficio. Non puoi essere un magistrato e fare tutto quello che vuoi come se fossi Dio in terra.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/11/2019 - 20:06

Grazie del suo post egregio sg. Rubiu,ovviamente giusto,ricambio.

bernardo47

Mer, 13/11/2019 - 20:16

questa e' una buona cosa e il pd, impari e cambi verso su immigrazione. Basta regalare milionate di voti alle lega, tutti su questo unica vicenda perche' per il resto a cominciare da economia, la lega fa davvero orrore!.

ziobeppe1951

Mer, 13/11/2019 - 20:44

ST6...la signora Breggia ..ti ha fatto le....?

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 13/11/2019 - 20:49

ST6 di pugnette te e i magistrucoli come Breggia ne dovete aver fatte parecchie se siamo il paese con piu' immigrati illegali d'Europa.

pippo.calabrese

Mer, 13/11/2019 - 20:57

FINALMENTE! CHISSA' COSA SI DIRA' DELLA SENTENZA ? CI VOLEVA UN PO' DI CHIAREZZA SOPRATTUTTO PER "LORO"!

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Mer, 13/11/2019 - 21:01

Era ora! Finalmente qualcuno ha capito quanto danno possano fare tutti questi giudici ,senza giudizio, al paese. Oltre ad essere complici delle ONG che arricchiscono alle spalle di quei disperati,ma nemmeno tanto disperati...

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 13/11/2019 - 21:32

ST6....eviti di scrivere demenzialità....torni a dormire e mentre sogna conti le pecorelle.....la mediocrità è come una malattia...purtroppo x lei non è curabile

killkoms

Mer, 13/11/2019 - 21:53

vittoria a metà!

Ritratto di elkld

elkld

Mer, 13/11/2019 - 22:20

CONOSCIAMO I NOSTRI DIRITTI! SIETE OBLIGATI AD ACCOGLIERCI TUTTI!

mozzafiato

Mer, 13/11/2019 - 22:29

ST6... ha fatto la battuta! Immancabile il bamboccio rosso sull'argomento! Chissà quale nota zecca rossa abitue' del blog, si cela dietro l'ennesimo nick farlocco? Comunque il pagliaccio, nella foga di eruttare la scemenza di turno, non si è accorto che qui si parla "della parte di magistratura sana": ovviamente quella togliattiana di scuola sovietica, NON CAMBIERÀ MAI IL PROPRIO SCHIFOSO MODO DI AGIRE e di emettere sentenze in stile stalinista che se sbattono del rispetto delle leggi, STANTE IL VERGOGNOSO ORIENTAMENTO DI CONNIVENZA E/O IMPUNITÀ TENUTO DA DECENNI DAL CSM!!!

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 13/11/2019 - 22:39

Se Salvini esulta, gli Italiani (quelli veri) tripudiano!

giancristi

Mer, 13/11/2019 - 22:51

La giudice Breggia disapplica la legge e dovrebbe essere cacciata dalla Magistratura. Basta largheggiare! Le leggi vanno RIGIDAMENTE applicate!

lawless

Mer, 13/11/2019 - 23:28

bentornati sulla terra e nella vita reale, rimettere i buoi nel recinto sarà dura. Provarci non guasta spes ultima dea.

Ritratto di sachiel333

sachiel333

Gio, 14/11/2019 - 05:42

I peggiori terroristi sono quelli che sembrano più integrati; c'è un manuale in proposito : quello delle bravo terrorista islamico : Maledetto sia il PD e la setta M5S della Casaleggio e Partners con il Guru Clown Beppe Grillo nei secoli dei secoli!!

buonaparte

Gio, 14/11/2019 - 08:10

caro elkid .. quella costituzione era stata fatta quando venivano accolti i veri profughi e perseguitati politici e non venivano mantenuti in albergo a 35 euro al di per i maggiorenni e 91 euro al di per un minorenne.non LA AVEVANO PENSATA per una situazione come ora che siamo invasi da furbacchioni in combutta con le cooperative e la sinistra italiana che si finanzia politicamente con questi fondi.QUI SIAMO DIFRONTE AD UNA SITUAZIONE CHE FAREBBE VERGOGNARE I PADRI COSTITUENTI.SI STANNO RIVOLTANDO NELLA TOMBA A PENSARE COME VIENE UTILIZZATA UNA LORO NOBILE IDEA A SCOPO DI ARRICCHIMENTO.LORO HANNO DIFESO L'ITALIA DAGLI INVASORI E QUI LA STIAMO FACENDO INVADERE E LI PAGHIAMO PURE GLI INVASORI E LI MANTENIAMO QUANDO ABBIAMO PENSIONI A 500 EURO .

kyser

Gio, 14/11/2019 - 08:47

la domanda sorge spontanea...ma se sta Breggia, punto di riferimento quindi in questi casi, ha deciso in modo così permissivo, ma sta protezione internazionale fossep erl ei la darebbero a tutti!

kyser

Gio, 14/11/2019 - 08:51

Vorrei anche ricordare che il fatto di aver un lavoro non significa essere integrati. Integrato è il mio vicino di casa marocchino che ha tutti amici italiani (e moglie, con figli con nomi italiani) e lavora in italia. Non lo è certo altro immigrato che lavora in italia e che frequenta esclusivamente connazionali e vive ghettizzandosi.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 14/11/2019 - 11:20

tranquilli a breve ub altro carico di clandestini!!ocean viking ha spento il trasponder e sta ..pescando!!

Valvo Vittorio

Gio, 14/11/2019 - 12:37

L'accoglienza indiscriminata non esiste in nessuna nazione del mondo. Da noi la Costituzione disciplina in maniera chiara i limiti! Personalmente odio i fanatismi religiosi e politici perché li considero da persone incivili. Non bisogna dimenticare che i comunisti di allora volevano che si scrivesse nella Carta che l'Italia è fondata dai lavoratori! Il grande Calamandrei, visto l'ottusità del PC, optò con la dicitura sul lavoro che è, così scritta, un non senso! Una persona ricca è un ladro, va espropriato degli averi e buttato fuori dall'Italia! Poiché il governo sta ancora in piedi, ne vedremo ancora delle belle.

buonaparte

Gio, 14/11/2019 - 14:03

BANDOG .. bravissimo .. lo vediamo noi ,ma non lo vedono le autorità ed i giudici italiani? come mai ? .. fino a dove si spinge l'associazione a delinquere del favoreggiamento dell'immigrazione clandestina? . vediamo quanti minori e donne incinta caricheranno , merce pregiato dove le cooperative hanno ancora grossi margini di guadagno perchè non danno 20 euro ma ancora 91 euro al giorno prelevati dai soldi dell'assistenza ai minori e non dalla cosiddetta accoglienza.. vedremo che saranno belli pasciutti perchè pagano i 3-400 euro per il viaggio e vengono caricati subito altro che centri di detenzione in libia e viaggi nel deserto a piedi come ci racconta la propaganda di sinistra delle cooperative per impietosire l'opinione pubblica e portarli qua per poi farci sopra i soldi . VERGOGNA SINISTRA