Catania, minaccia la madre e rompe dita alla nonna: arrestato

La furia dell'uomo è scoppiata quando la madre gli ha comunicato di non avere abbastanza soldi da dargli per l'acquisto di droga. Il tossicodipendente aveva una sfilza di precedenti per maltrattamenti in famiglia

Catania, minaccia la madre e rompe dita alla nonna: arrestato

"Tira fuori i soldi! Dammi 20 euro che 5 non mi bastano! Se non tiri fuori i soldi te la faccio pagare, ti metto la casa sottosopra, ti distruggo tutto": queste sono le parole che un 37enne tossicodipendente di Catania proferito alla madre lo scorso sabato pomeriggio. Al diniego della donna alla richiesta del figlio quest'ultimo ha dato totalmente in escandescenze, iniziando a rovistare tutta l'abitazione alla ricerca del denaro ed in seguito scagliando oggetti contro i familiari che tentavano di riportarlo alla calma. Nel parapiglia generale è finita anche l'anziana nonna del giovane, la quale ha subito la frattura di alcune dita della mano destra procuratele dal nipote mentre cercava anche lei di riportarlo a più miti consigli. Non contento il 37enne si è poi diretto verso l'auto del padre, danneggiandone il cofano con l'ausilio di una sega.

Solo l'intervento della polizia, avvisata dai vicini di casa che avevano sentito le urla provenire dall'abitazione, ha fermato la follia del violento, che è stato ammanettato e condotto nel carcere di Catania con le accuse di tentata estorsione, lesioni e danneggiamento. L'uomo non era nuovo ad episodi del genere, poichè sul suo capo già pendevano accuse per reati di maltrattamenti in famiglia, di cui era stata vittima anche la moglie.

Questa triste vicenda di violenze in famiglia per colpa di sostanze stupefacenti ricorda molto da vicino quella di un uomo che, pochi mesi fa, era stato arrestato con gli stessi capi d'accusa, avendo tentato di estorcere con la forza soldi alla madre per l'acquisto di droga.

Commenti