"Cattedra per Wanna Marchi" Dietrofront della scuola: inopportuna

Il dg dell'Istituto Volta fa marcia indietro sulla cattedra a Wanna Marchi. L'ira della figlia: "Abbiamo un contratto"

"Cattedra per Wanna Marchi" Dietrofront della scuola: inopportuna

Ci hanno ripensato. Dopo la notizia della cattedra per Wanna Marchi, ora l'azienda che le aveva promesso di realizzare un corso per imprenditori e aspiranti venditori ha fatto un passo indietro. L'istituto paritario Volta, infatti, ha deciso che le lezioni dai 100 ai 200 euro al mese non si terranno.

La scuola di Wanna Marchi

"Abbiamo il nostro contratto, quindi l' azienda ne risponderà", attacca la figlia della nota venditrice, Stefania Nobile. Le lezioni dovevano essere in videoconferenza, ma non si faranno più. "Ha fatto degli errori - diceva ieri il dg Fabrizio Tittozzi a La Zanzara -, ma ha pagato". Dopo qualche ora, però, è arrivato il dietrofront: "Valutando quello che (Wanna Marchi, ndr) si porta dietro - si legge nel Carlino - noi come scuola l' abbiamo ritenuta inopportuna".

Il passato

E così crolla la cattedra della regina delle televendite, condannata per bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

Commenti